fbpx
Nera

Genova e i suoi 39 morti. I volti, le storie

Sono 39 le vittime della strage del Ponte Morandi. Insieme al crollo del ponte, sono stati spezzati sogni, progetti, aspirazioni.

Bambini, adolescenti, operai, turisti e famiglie inghiottiti dal vuoto. Il volto di Genova è un inno al dolore.

39 vite spezzate nella tragedia di Ponte Morandi

Ersilia Piccinino 41 anni, Roberto Robiano 44 e il figlio Samuele, di 8 anni.

Della vita il piccolo Samuele ha ricevuto solo un assaggio. Stava vivendo i suoi anni più belli e spensierati. Il papà Roberto era un tecnico informatico e lavorava per l’azienda Selt. La famiglia stava partendo per le vacanze, destinazione Sardegna. Ma purtroppo quel viaggio non è mai iniziato.

 

 

 

 

Andrea Cerulli 47 anni era un grandissimo tifoso del Genoa.

Così appassionato che a dare notizia della morte è stato proprio il Genoa Club Portuali Voltri attraverso la sua pagina Facebook: «Il Genoa Club Portuali Voltri si stringe attorno alla famiglia di Andrea, nostro associato, nostro amico, nostro collega, vittima della tragedia di Ponte Morandi. Ciao Andre…». In allegato, per ricordarlo una foto con la maglia rossoblù e il figlioletto piccolo sulle spalle. Andrea era un portuale della Culmv che proprio giorno 14 stava andando verso Voltri, per il suo turno di scarico. Ad aspettarlo i colleghi ma il ponte che percorreva ogni giorno l’ha tradito.

 

Alberto Fanfani, 32 anni

Medico anestetista nato a Firenze, lavorava all’ospedale di Cisanello di Pisa. Deceduta anche la compagna Marta Danisi, infermiera presso l’ospedale di Alessandria ma originaria di Sant’Agata di Militello. Si sarebbero dovuti sposare l’anno prossimo.

 

 

Andrea Vittone 49 anni, la compagna Claudia Possetti, 48 anni, Manuele e Camilla Bellasio, di 16 e 12 anni, figli della donna.

La famiglia risiedeva a a Pinerolo, nel torinese. Anche loro erano in partenza per le vacanze, ma non sapevano che il fato avrebbe stroncato tutto sul nascere

 

 

 

 

 

Mirko Vicino 31 anni e Bruno Casagrande, 35 anni.

Erano stati assunti poche settimane fa all’Amiu e ieri mattina stavano lavorando nell’isola ecologica di Campi quando sono stati travolti da un pilone del ponte crollato. Entrambi gli operai trovati morti avevano firmato un contratto stagionale dopo mesi di disoccupazione ed erano precari.

Gennaro Sarnataro, 42 anni.

Guidava un camion che portava frutta per conto della Ital France logistic fruit. di Scafati. Veniva dalla Francia e stava tornando a casa per passare il Ferragosto in famiglia. “Era un grande lavoratore, una persona perbene”, hanno detto i parenti che lo hanno riconosciuto all’ospedale San Martino.

 

Un’altra coppia deceduta sul ponte

È quella composta da Stella Boccia 24 anni, di Monte San Savino, in provincia di Arezzo e Carlos Jesus Truillo, 23 anni, di origine domenicana, cameriere. I ragazzi stavano tornando da una vacanza.

 

 

 

Due albanesi

Marius Djerri, appena 22 anni, il più giovane giocatore della rosa del Campi Corniglianese, e  il collega Edy Bokrina erano sul furgone della EuroPulizia: dovevano effettuare alcuni lavori in una ditta di Rapallo. Avevano avvisato le famiglie del ritardo, rassicurandoli che avrebbero guidato più velocemente.  Marius era in Italia dall’età di 3 anni.

Lo chef cileno, Juan Carlos Pastenes, 64 anni

Stava viaggiando in auto con la moglie Nora Rivera 47 anni e l’amico Juan Figueroa, 60 anni. La coppia e l’amico erano in partenza per le vacanze e stavano transitando a bordo della loro auto sul tratto dell’A10 come tante altre persone nella vigilia di Ferragosto. Pastenes aveva scelto oltre 30 anni fa l’Italia.

 

 

Ci sono anche tre francesi tra le vittime: Melissa Artus, 22 anni, Natale Gusman, 21 anni, e Némati Alizee Plaze, 22 anni. I tre ragazzi dovevano imbarcarsi per la Sardegna.

 

 

 

 

 

Elisa Bozzo.

Per ore gli amici l’hanno cercata anche attraverso un appello su Facebook, prima di scoprire la terribile verità

 

 

 

 

 

 

Giovanni Battiloro, 29 anni di Torre del Greco

Gerardo Esposito, 26 anni di Torre del Greco

 

 

 

 

 

 

Matteo Bertonati, 26 anni di Torre del Greco

 

 

 

 

 

 

Antonio Stanzione 29 anni, di Torre del Greco.

I quattro ragazzi napoletani stavano andando in vacanza in Spagna: dovevano partire in aereo ma poi avevano cambiato idea, optando per la macchina. Sarebbero andati a Nizza per poi fare tappa a Barcellona.

 

 

 

 

Le altre vittime sono Vittorio Licata, Gianluca ArpiniAlessandro CamporaMarian Rosca,Francesco BelloLuigi Matti Altadonna.

EG.

 

 

 

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button