fbpx
CronacheSenza categoria

I lavoratori Amt protestano: “servono più mascherine”

La dirigenza dell’Amt incontra i lavoratori per stabilire misure di protezione tra le quali, il reperimento degli oggetti di protezione individuale, in primis mascherine e guanti

Il Presidente Giacomo Bellavia e il Dirigente alla produzione l’Ingegnere Isidoro Vitale hanno incontrato i lavoratori in assemblea, radunati presso nell’Azienda Metropolitana Trasporti, a Pantano d’Arci.

In particolare, il Presidente e il dirigente dell’Amt, si sono dimostrati molto sensibili verso le richieste del personale, legittime, in questo momento di gravissima crisi epidemiologica.

Hanno, inoltre, voluto rassicurare i dipendenti riguardo lo stipendio del mese scorso e la distribuzione quotidiana dei dispositivi di protezione individuale, dunque, le mascherine e guanti.

L’Amt a tutela dei propri dipendenti

Infatti, nonostante la difficoltà nel reperimento, l’azienda sta mantenendo la distribuzione di tali oggetti, ormai divenuti essenziali così come sta provvedendo, in collaborazione con la Sidra S.p.a alla santificazione di tutti i mezzi e alla dotazione di gel disinfettante per le mani. 

«Abbiamo avuto un dialogo con alcuni lavoratori- riferisce Bellavia- stiamo vivendo una situazione di grande emergenza e ci stiamo impegnando per fronteggiarla al meglio. Comprendiamo le richieste del personale e li ringraziamo per l’alto senso del dovere che stanno dimostrando.»

Inoltre, l’Azienda precisa che, nel pieno rispetto ai decreti governativi e alle disposizioni varate dalle autorità competenti, nonostante il servizio ridotto per ridurre il rischio dei contagi si sta valutando se risulta opportuno dare libero accesso al Fondo di solidarietà bilaterale degli autoferrotranviari ai lavoratori.

Si tratta di tenere conto anche dei mancati incassi finanziari relativi ad abbonamenti, biglietti e tagliandi di parcheggio rimasti invenduti.

Infatti, l’Amt avrebbe richiesto all’Inps di versare direttamente ai lavoratori il restante 80% di risorse del fondo, con riserva di verificare, in caso di ritardi, la anticipazione da parte dell’azienda.

«Tutto il personale sta comprendendo- conclude, infine, Bellavia- che questa situazione sia superabile solo con l’unione e l’impegno corale di tutti, e che oggi risulta indispensabile, al pari di altre categorie, continuare a garantire il servizio pubblico essenziale del trasporto urbano»

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker