fbpx
NewsPoliticaPrimo PianoRegionali 2017

Lanzafame, Sicilia Futura, Abramo non è andato bene per geografia

videointervista al consigliere di Sicilia Futura Agatino Lanzafame

Nel centrosinistra oggi si stringe la morsa verso Fabrizio Micari che ha indetto una conferenza stampa per le 12 allo scopo di lanciare la sua corsa verso Palazzo d’Orleans. Il rettore di Palermo è sostenuto da Pd, centristi e soprattutto Orlando che con forza ha escluso la proposta catanese del leader della comunità di Sant’Egidio Emiliano Abramo.

Quella di Abramo sembrava essere una candidatura condivisa da tutti ma come afferma il giovane consigliere comunale di Sicilia Futura Agatino Lanzafame “è stato scartato più per logiche geografiche che per altro”.

Marco Bananti e Serena Di Stefano, in giro per la città per tastare il polso del popolo verso queste importanti elezioni regionali, incontrano Lanzafame che con “cortesia” critica il modus che in questi giorni ed in queste ore contraddistinguono il modo in cui centrosinistra cattolico e l’estrema sinistra si avviano a scegliere il loro candidato per la presidenza.

Quali sono le ragioni che spingono a fare questi nomi? C’è un linea politica condivisa, un punto comune – come in fondo era per Abramo che riusciva a mettere d’accordo tutti sulla stima dell’operato svolto al di sopra dei ragionamenti politici?

Sopratutto Lanzafame osserva che se il centrosinistra non riuscirà a formulare una proposta politica per le regionali sarà difficile che lo faccia in occasione delle nazionali e ancor di più per le elezioni comunali della prossima primavera.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button