fbpx
NewsSatira

Lanfranco Zappalà è un fenomeno della natura

Inauguro oggi la mia rubrica “L’identikit”, dedicata ai personaggi che popolano la nostra città.

Inizio da una delle punte di eccellenza della goliardia politica: Lanfranco Zappalà, un vero fenomeno della natura.
Da 25 anni è al consiglio comunale e nessuno se n’è accorto.
Con la sua chioma fluente ha attraversato tutte le stagioni della politica, da Giolitti in poi.

Avete mai provato a capire un discorso di Zappalà?
Peggio che andar di notte! Come se mettesse le parole a caso in ordine sparso, pretendendo tra l’altro di essere capito da chi lo ascolta o lo legge.
Indimenticabile quella sua uscita prima del referendum costituzionale quando in un video su fb ci spiegò la bontà della riforma: “Adesso vi dico la vera verità sulla riforma costituzionale!”, annunciò Zappalà con tono profetico facendo ridere tutto il web.

Ma ancora più misteriosi di Zappalà sono quelli che votano Zappalà.
Perché se è pur vero che Zappalà è consigliere comunale da un quarto di secolo, è altrettanto vero che c’è qualcuno che lo vota. Ecco, io lo vorrei conoscere uno di questi che lo votano e vorrei chiedergli: “Ma perché?”

Non posso che chiudere questo post allegando l’ultima perla di saggezza di Zappalà espressa in seno al consiglio comunale di ieri sera.
Secondo Zappalà, i caffè concerto avviati da Bianco nel ’93 non esistono più per colpa delle leggi elettorali.

Vorrei a questo punto comunicare a tutti che mi è morto il gatto: colpa della legge elettorale!

Zappalà, se non ci fosse sarebbe meglio non inventarlo.

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button