fbpx
Sport

Lanciano-Catania: anno nuovo, storia vecchia

Anno nuovo, Catania vecchio! Dopo il disastroso girone di andata, la società di via Magenta, cambiando guida tecnica con l’arrivo di Marcolin, affidandosi ad un nuovo Direttore Sportivo, Delli Carri, ingaggiando al momento tre nuovi calciatori, subito impiegati, non ha cambiato il trend esterno, al cospetto di un Lanciano non così forte come vuole il 3-0 finale.

Nel calcio non bastano i buoni propositi, se non sono accompagnati dai fatti, e la prima cosa che risalta in questa squadra, è la condizione fisica . Pensare che c’è stata una lunga pausa che doveva servire agli “scienziati ” rossazzurri per far ritrovare una condizione accettabile.

Il campo è stato implacabile: gambe molli, concentrazione approssimativa, qualche errore di natura tecnica nella scelta degli uomini da mandare in campo e nella lettura della partita. E adesso? Certo non è facile individuare, cause e rimedi.

Per prima cosa, bisognerebbe capire e fare chiarezza su ruoli e competenze. Ancora il mercato di riparazione da la  possibilità di rimediare, anche perchè la classifica si fa sempre più preoccupante: basta con i sogni estivi, ripArtire con umiltà, cercando intanto di salvare la categoria. Perchè il campionato di serie B è piuttosto strano ed il Carpi ne è una testimonianza diretta.

Intanto, bisognerebbe ricompattare il rapporto Tifosi-società: questo continuo silenzio stampa serve solamente a creare uno scollamento tra la società e il resto…..stampa, tv, e addetti ai lavori. A questo scopo sarebbe utile riaprire Torre del Grifo per far sentire i tifosi partecipi della crescita societaria; sarebbe necessario far capire ai calciatori, vecchi e nuovi, l’importanza di vestire i colori rossazzurri, ed allontanare chi non può (o non vuole) stare in Paradiso al cospetto dei Santi.

La cosa essenziale, però, sin da venerdi, affrontando in casa la Pro Vercelli, è di offrire ai Tifosi una prestazione degna di tale nome…!!!

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker