fbpx
Cronache

Lancia bottiglie piene di benzina contro la caserma dei Carabinieri: ragazzo in manette

Lancia tre bottiglie incendiarie contro la caserma dei Carabinieri: accade a Campofiorito. In manette l’autore del gesto, un ragazzo di 21 anni. Il giovane, residente a Campofiorito, beccato grazie ai filmati delle telecamere di video-sorveglianza. Nei suddetti filmati il ragazzo si trova presso un distributore di carburanti intento a riempire ben tre bottiglie di vetro con la benzina. I cocci delle medesime sono stati, infatti, rinvenuti nella parete esterna della caserma, dove è accaduta l’esplosione. Le prove a carico del giovane fanno scattare la perquisizione domiciliare.

I militari, inoltre, in casa del ragazzo rinvengono altri elementi che ne sanciscono la responsabilità del gesto. Il giovane a suo carico, adesso, ha reati di fabbricazione e porti di armi da guerra nonché danneggiamento aggravato con conseguente incendio.

Il ragazzo lo scorso novembre fermato per violazione delle norme anti-Covid

Il 21enne, sottoposto “a fermo di indiziato delitto della polizia giudiziaria”, si trova presso il carcere di Termini Imerese in attesa dell’udienza di convalida del G.I.P. Dalle indagini emerge che lo stesso, lo scorso novembre, venne fermato dalle forze dell’ordine, a Brancaccio, e multato per violazione della normativa anti-Covid. In corso ulteriori accertamenti per verificare eventuali episodi incendiari avvenuti a Campofiorito nei giorni scorsi.

G.G.

 

 
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button