fbpx
Sport

L’Acireale vince per 4-1 il derby con il Giarre ed accede ai play off

Acireale – Un Acireale praticamente ridotto all’osso a causa delle assenze di ben sei calciatori squalificati batte per 4-1 il Giarre nel derby odierno giocato allo stadio “Tupparello”, acciuffando in extremis l’ultimo posto utile per accedere ai play off validi per la promozione in serie D.

Contro un Giarre già salvo ed imbottito di giovani calciatori, la squadra granata non ha avuto particolari difficoltà: dopo aver trovato il vantaggio al 16′ con una magistrale punizione di Millesi, per la squadra granata la gara diviene in discesa e gli acesi chiudono il primo tempo sul 2-0 grazie al raddoppio di Cacciola. Nella ripresa il copione della gara non cambia e l’Acireale segna altre due reti con Bellino, autore delle sue prime reti in maglia granata. Vale solo le statistiche l’autorete di Iorfida che regala al Giarre il gol della bandiera.

Come accennato in precedenza con questa vittoria l’Acireale si qualifica agli spareggi play off. I granata, quinti nella graduatoria definitiva del torneo, già domenica prossima sfideranno in trasferta il Rocca di Capri Leone secondo classificato alla fine del campionato di Eccellenza girone B che si è chiuso ufficialmente oggi con il successo dell’Igea Virtus.

Primo tempo Sin dall’inizio la sfida si gioca sui ritmi blandi tipici del finale di stagione. Contro un Giarre senza particolari esigenze di ottenere un risultato positivo l’Acireale appare maggiormente pimpante e propositivo. Già al 5′ i granata sfiorano il vantaggio sull’asse Contino-Caputa: su assist del centravanti acese il numero sette si libera al tiro, ma la sua conclusione viene deviata in corner da Perillo. Tre minuti più tardi ancora il portiere giarrese si oppone con efficacia al colpo di testa ravvicinato di Contino, il quale svetta più in alto di tutti su un cross dalla destra di Millesi. L’Acireale è padrone indiscusso del campo ed al 16′ i granata segnano il loro vantaggio con un punizione dai 25 metri battuta perfettamente da Millesi che, con un colpo dei suoi, indirizza la sfera alla sinistra del portiere con un tiro a mezz’altezza. Per l’ex centrocampista dell’Avellino, a digiuno di gol da dicembre, si tratta della terza rete in campionato. Al 28′ il Giarre si fa vedere timidamente in attacco, ma la punizione di Patanè termina alta. Al 32′ l’Acireale sigla il 2-0: Contino entra in area di rigore giarrese palla al piede e scarica dietro un assist per il giovane Cacciola, il quale arriva dalle retrovie e segna il raddoppio con un preciso tiro in rasoterra. L’Acireale gestisce la gara senza particolari difficoltà. Tuttavia, al 37′ si sveglia il temibile bomber del Giarre Aleo: il numero nove gialloblu si presenta a “tu per tu” davanti a Di Benedetto, ma si lascia ipnotizzare dal portiere acese che neutralizza la sua conclusione. Sul finire di tempo l’Acireale va vicinissimo al 3-0 con Contino che sugli sviluppi di un calcio d’angolo colpisce la traversa con una incornata. Le squadre vanno così al riposo sul risultato parziale di 2-0 per l’Acireale.

Secondo tempo Nella ripresa il copione non cambia. L’Acireale prosegue a tenere in mano il pallino del gioco ed al 3′ bisogna annotare una chiara occasione da rete sprecata dai granata con Bellino che spara alto da buona posizione. Al 6′ lo stesso Bellino si fa perdonare per l’errore precedente: su una clamorosa indecisione della difesa del Giarre, il numero undici acese anticipa l’uscita del portiere, lo supera in dribbling ed a porta vuota deposita la palla in rete per il 3-0. Contro un Giarre che oggi ha concesso spazio ai calciatori più giovani, è tutto facile per l’Acireale. Al 57′ Caputa non inquadra di poco lo specchio della porta da fuori area, mentre al 62′ sempre Bellino fa il 4-0: su lancio dalle retrovie, il numero undici granata si inserisce fra i due distratti centrali difensivi avversari, approfittando di uno svarione della retroguardia ospite e trafigge con un rasoterra Perillo in uscita. La contesa perde di interesse ed al 72′ il Giarre trova il gol in modo rocambolesco: su traversone dalla destra di Monte, il pallone attraversa l’area di rigore, sbatte sui piedi di Iorfida che involontariamente devia la palla nella sua porta per il più classico degli autogol. L’uomo più pericoloso del Giarre è sempre il bomber Aleo che fra il 78′ e l’80’ si divora due limpide opportunità da rete; in entrambe le circostanze Di Benedetto si fa trovare pronto e fa buona guardia. L’Acireale non affonda più e gestisce il suo ampio vantaggio, anche se nel finale bisogna annotare un tentativo di Cocimano che calcia alto davanti al portiere avversario. Su quest’episodio si chiude una contesa senza storia. Nonostante una condizione di piena emergenza con un numero di calciatori davvero contato, l’Acireale supera agevolmente per 4-1 un Giarre già salvo e privo di motivazioni. La squadra di mister Anastasi conquista l’accesso ai play off e si giocherà le proprie possibilità di promozione in serie D nel primo turno degli spareggi contro il Rocca di Capri Leone.

TABELLINO

Acireale – Giarre 4-1 (2-0 al primo tempo)

Acireale (4-3-3): Di Benedetto, Godino, Vittorio (87’Santitto), Tosto, Iorfida, Cacciola (73’D’Emanuele), Caputa, Cocimano, Contino, Millesi, Bellino (62’Di Mauro). In panchina: Arcoria, Mammone. Allenatore: Anastasi.

Giarre (4-4-2): Perillo, Curcuruto, Patanè, Munafò (50’Russo), Cordima, Di Benedetto, Monte (81’Torrisi), Napoli, Aleo, Pezzino (60’Scariolo), Vecchio. In panchina: Cardillo, Amico, Parisi, Raciti. Allenatore: Mancuso.

Marcatori: al 16’Millesi, al 32’Cacciola, al 51′ ed al 62’Bellino (Aci). Al 72′ autorete di Iorfida (Gia).

Arbitro: Matarazzo di Siracusa. Assistenti: De Pasquale e Cusumano, entrambi di Barcellona Pozzo di Gotto.

Note: ammoniti: Godino (Aci). Munafò, Vecchio e Torrisi (Gia). Calci d’angolo: 5-6 per il Giarre. Spettatori: circa quattrocento.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button