fbpx
Sport

L’Acireale si rialza: i granata piegano per 2-0 una buona San Pio X

Come detto in sede di presentazione della vigilia, quella odierna per l’Acireale avrebbe dovuto essere la partita della reazione soprattutto dopo le due sconfitte arrivate nel giro di soli quattro giorni: contro l’Igea Virtus in campionato e contro il Mazara nella finale di Coppa Italia di Marsala. Al di là degli aspetti tecnico-tattici su cui si può sempre migliorare, si può affermare che oggi pomeriggio da parte della squadra sono puntualmente arrivate quelle risposte e quella reazione caratteriale pretese dall’ambiente acese.

Contro una buona Catania San Pio X capace di costruire alcune limpide occasioni da rete, l’Acireale fornisce una prestazione molto concreta e con una rete per tempo supera i biancorossi allenati dal grande ex Carlo Breve. L’Acireale brutto, confuso, spaesato, mediocre ed a tratti inguardabile visto a Barcellona P.G. ed a Marsala, oggi pomeriggio ha lasciato il posto ad una formazione che in seguito ad un inizio abbastanza timoroso, dopo aver trovato il vantaggio ha acquistato una maggiore sicurezza, portando a casa una vittoria importante per la classifica e per il morale. Come accennato in precedenza oggi era importante reagire dopo le recenti delusioni, ma in casa Acireale bisogna ancora lavorare per migliorare alcuni aspetti come la difesa, oggi apparso come il reparto più traballante visti alcuni errori di distrazione che hanno favorito le situazioni offensive avversarie.

Primo tempo Nelle fasi iniziali della contesa si evidenzia una Catania San Pio X maggiormente pimpante ed un Acireale che risente mentalmente delle scorie lasciate dalle recenti sconfitte. Il primo sussulto del match è di marca catanese all’8′ con Messina, il quale lanciato a rete si fa murare da un attento Arcoria. Contro una San Pio X che tiene bene il campo, l’Acireale fatica ad entrare in partita; complice un terreno di gioco in condizioni non ottimali, la manovra dei granata è spesso lenta e prevedibile tanto che gli acesi si affidano a dei lanci lunghi alla ricerca dell’episodio favorevole. La prima occasione dell’Acireale si registra al 23′, quando Arena con un tiro da fuori area manda il pallone sopra la traversa. L’Acireale costruisce comunque una superiorità territoriale visti i molti calci d’angolo collezionati, ma i granata sono sterili e non trovano l’imbucata giusta. Una decina di minuti più tardi ecco l’episodio che sblocca il punteggio a favore dell’Acireale, spezzando una situazione di stabile equilibrio; sugli sviluppi  di un corner, all’interno dell’area di rigore Conti addomestica un lancio a campanile proveniente dalle retrovie, serve un assist d’oro a Cocuzza che di piede sigla l’1-0 da breve distanza. Il gol, il quale scatena le proteste degli ospiti a causa di un presunto fuorigioco, sblocca mentalmente un Acireale non brillante fino a quel momento, ma al 42′ la Catania San Pio X spreca la palla-gol del pareggio; dal limite dell’area di rigore Conte con una mezza girata di destro impegna Arcoria in una respinta.

Secondo tempo Nella ripresa la San Pio X cerca il gol del pareggio, mentre l’Acireale si limita come al solito a gestire il punteggio ed a colpire con veloci ripartenze. Il primo brivido del secondo tempo arriva al 53′ ad opera della squadra ospite, quando il numero nove Messina con un diagonale non inquadra la porta, spedendo la sfera a lato di poco. L’Acireale contiene e tiene a bada le fiammate della San Pio X, ma al 63′ i granata segnano il raddoppio che chiude virtualmente la sfida grazie ad un fortuito e clamoroso autogol: con una travolgente azione personale delle sue, Cocimano va sul fondo e mette in mezzo un pallone, il quale trova in traiettoria la sfortunata deviazione del difensore avversario Lombardo che mette la sfera nella propria porta per il 2-0 dell’Acireale. Segnato il raddoppio, la partita si fa molto in discesa per la squadra di mister Raciti, seppur bisogna annotare altre due occasioni da rete per la San Pio X che cerca di riaprire la gara; al 72′ Tomassini spara alto da ottima posizione, mentre al 76′ Gancitano colpisce l’incrocio dei pali con un tiro dal limite dell’area. L’incontro oramai ha poco da raccontare, però all’86’ l’acese Caputa spreca l’occasione del 3-0 ed il numero undici si fa respingere un tiro ravvicinato da Romano, il quale arpiona la sfera con un piede. Dopo la consueta girandola di cambi ed i cinque minuti di recupero il direttore di gara decreta la fine delle ostilità: pur non brillando l’Acireale batte per 2-0 la Catania San Pio X, mantenendosi così in corsa nella lotta per la promozione in serie D.

Tabellino

Acireale-Catania San Pio X 2-0 (1-0 al primo tempo).

Acireale (4-3-3): Arcoria, Cacciola, Vittorio, Arena (85’Iorfida), Franchina, Cocuzza, Millesi, Conti (65’Gatto), Contino, Cocimano (77’D’Emanuele), Caputa. In panchina: Di Benedetto, Tosto, Santitto, Bellino. Allenatore: Ezio Raciti.

Catania San Pio X (4-3-3): Romano, Pandolfo (59’Tomassini), Villani, Strano, Lombardo, Santonocito, Leotta, Gancitano (84’Ranno), Messina, Longo (84’Viglianisi), Conte. In panchina: Scardaci, Doccula, Zuccarello, Caruso. Allenatore: Carlo Breve.

Marcatori: al 34′ Cocuzza ed al 63′ autorete di Lombardo.

Arbitro: Croce di Novara. Assistenti: Rizzo e Gallea, entrambi di Agrigento.

Note: ammoniti: Cocimano, Caputa (Aci). Villani, Strano, Conte, Ranno (Cat). Calci d’angolo: 9-2 per l’Acireale. Spettatori: circa settecento.

Fonte foto: Emanuela Volcan.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button