fbpx
Sport

L’Acireale piega per 2-3 l’Atletico Catania: granata di nuovo secondi in classifica

Misterbianco – Si conclude con una affermazione degli ospiti per 2-3 il derby Atletico Catania-Acireale, match giocato questo pomeriggio e valido per la 27^ giornata del campionato di Eccellenza girone B. La sfida, disputata allo stadio “Valentino Mazzola” di Misterbianco, è stata piacevole, vibrante, ricca di reti e di emozioni fino agli ultimi istanti. Dopo un pessimo approccio alla gara in cui l’Atletico Catania ha trovato il vantaggio, l’Acireale in soli tre minuti ribalta il punteggio con le reti di Conti e Contino, arrivate rispettivamente al 40′ ed al 43′. Nel corso della ripresa i granata hanno gestito il risultato, trovando il terzo gol con Contino al 67′; è stata quindi inutile la rete del catanese Concialdi all’84’, una marcatura che ha riaperto la contesa, rendendo il finale particolarmente caldo e movimentato.

Con questo successo l’Acireale ritorna al secondo posto in classifica scavalcando il Troina, rimasto bloccato sull’1-1 contro lo Sporting Taormina. Inoltre, i granata si portano a cinque punti dalla vetta ancora occupata dall’Igea Virtus, anche se quando mancano solo tre turni alla fine del torneo con nove lunghezze ancora disponibili, la vittoria del campionato sembra parecchio indirizzata verso la squadra di Barcellona Pozzo di Gotto che, tranne per clamorosi colpi di scena, si aggiudicherà la promozione in serie D in modo diretto.

Primo tempo Contro un Atletico Catania apparso maggiormente reattivo ed aggressivo nelle prime fasi, l’Acireale sbaglia totalmente l’approccio alla sfida. I granata scendono in campo inspiegabilmente bloccati e subiscono passivamente le prime azioni offensive che sono tutte di marca atletista; al 5′ Bonanno sfrutta un assist di Furnò ed impegna Arcoria in una respinta. Questa occasione da rete rappresenta il preludio al vantaggio dell’Atletico Catania che al 7′ trova l’1-0 con una rete di Corona, autore di una spettacolare giocata d’autore; l’esperto ex centravanti di Catanzaro e Messina, scatta sul filo del fuorigioco, si libera con eleganza di un paio di difensori grazie ad un paio di finte, si accentra e con un delizioso pallonetto supera Arcoria. In campo continua ad esserci solo l’Atletico Catania che al 15′ ed al 26′ sfiora il raddoppio con Bonanno, ma in entrambe le occasioni Arcoria si oppone con efficacia. Passata una orribile mezz’ora di grande sofferenza, l’Acireale alza la testa ed inizia a giocare, ma al 30′ i granata effettuano il primo cambio a causa delle non perfette condizioni fisiche del mediano Arena che lascia il posto al collega Conti. E’ proprio del neoentrato Conti il primo tiro in porta dell’Acireale al 37′, però la conclusione del numero 15 viene parata a terra da Barcellona. L’Acireale cresce per quanto riguarda l’intensità di gioco ed al 40′ i granata pareggiano; il lancio di Cocimano pesca Conti che in piena area di rigore lascia partire un violento tiro a mezz’altezza che si va ad insaccare alle spalle di Barcellona per l’1-1. Per il centrocampista palermitano si tratta del quarto gol in campionato. Galvanizzati dal pareggio, gli acesi continuano a spingere ed al 43′ segnano il raddoppio, ribaltando con grande personalità l’iniziale svantaggio; dalla sinistra il giovane terzino Vittorio scodella in mezzo un preciso cross per Contino, il quale con un perentorio colpo di testa trafigge il portiere locale per l’1-2 che fa scoppiare di gioia i tanti tifosi acesi in tribuna. Con il micidiale uno-due dell’Acireale le squadre vanno al riposo.

Secondo tempo L’Atletico Catania nella ripresa non ripete lo stesso approccio determinato del primo tempo e l’Acireale gestisce con abilità il risultato. La prima azione da annotare si registra al 57′, quando Contino da fuori area non inquadra lo specchio della porta. Due minuti dopo l’Atletico Catania si fa vedere in attacco con Concialdi che su punizione costringe Arcoria a distendersi sulla sua sinistra per respingere il tiro, mentre al 67′ i rossazzurri locali costruiscono un’altra limpida occasione da rete; Fecarotta di testa non riesce a dare maggiore forza al pallone ed Arcoria para senza problemi. Pochi istanti dopo, per i catanesi si materializza la crudele regola gol sbagliato gol subito e sul successivo capovolgimento di fronte l’Acireale segna l’1-3 che chiude virtualmente la contesa; Caputa entra in area di rigore palla al piede e dalla linea di fondo serve un invitante assist al bomber Contino, il quale con una zampata da pochi passi corregge la sfera in rete per il suo tredicesimo gol in campionato. Dopo aver siglato il terzo gol, l’Acireale gestisce senza problemi la gara contro un Atletico Catania che sembra oramai inoffensivo e rassegnato alla sconfitta. Ma all’84’ ecco il gol catanese che riapre improvvisamente la gara; lasciato solo in area acese, in sospetta posizione di fuorigioco, Concialdi da breve distanza fa il 2-3 con un preciso tiro di destro che supera Arcoria. Incassato il gol, l’Acireale non si scompone e si difende con grande ordine e tranquillità contro un Atletico Catania che in modo confusionario si spinge in attacco alla ricerca del clamoroso pareggio; i catanesi lasciano però dei larghi spazi in difesa e nel finale l’Acireale sfiora il 2-4 in un paio di occasioni nei minuti di recupero. Al 93′ Cocimano sfonda la linea difensiva avversaria, ma la sua conclusione a botta sicura viene deviata in corner, mentre al 94′ Contino a porta vuota spedisce clamorosamente il pallone sopra la traversa. L’Acireale non corre pericoli degni di nota ed arrivati al 96′, dopo un minuto dalla regolare scadenza del recupero inizialmente assegnato, il signor Gugliandolo di Messina decreta la fine delle ostilità: l’Acireale vince la sua terza gara consecutiva sotto la gestione di mister Anastasi, facendo un passo avanti fondamentale nella lotta per il secondo posto, piazzamento importante in ottica play off.

TABELLINO

Atletico Catania-Acireale 2-3 (1-2 al primo tempo)

Atletico Catania (4-4-2): Barcellona, Takyi, Boncaldo (60’Vaccaro), Guerreri (80’Garufi), Monforte, Fecarotta, Furnò, Di Peri (70’Tummiolo), Corona, Concialdi, Bonanno. In panchina: Farò, Semprevivo, Di Raimondo, Renda. Allenatore: Pietro Infantino.

Acireale (4-3-3): Arcoria, Godino, Vittorio (54’Cacciola), Arena (30’Conti), Zappalà, Cocuzza, Caputa (86’Franchina), Tosto, Contino, Millesi, Cocimano. In panchina: Di Benedetto, Bellino, Santitto, Di Mauro. Allenatore: Seby Cantone (Giuseppe Anastasi squalificato).

Marcatori: al 7’Corona (Atl). Al 40′ Conti, al 43′ ed al 67′ Contino (Aci). All’84’Concialdi (Atl).

Arbitro: Marco Gugliandolo di Messina. Assistenti: Roberto Speranza e Pablo Vasques, entrambi di Siracusa.

Note: ammoniti: Bonanno (Atl). Vittorio (Aci). Calci d’angolo: 2-1 per l’Atletico Catania. Spettatori: circa trecento, di cui duecento tifosi provenienti da Acireale.

Fonte foto: Vincenzo Profeta.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button