fbpx
Sport

L’Acireale esce sconfitto e contestato: il Palazzolo espugna per 0-1 il “Tupparello”

L’Acireale non riesce proprio ad ingranare la marcia in questo campionato di Eccellenza. I granata escono sconfitti per 0-1 contro un coriaceo Palazzolo e rimediano la seconda sconfitta nelle ultime tre partite di torneo. Per superare un Palazzolo bravo a colpire nell’unica vera opportunità da rete costruita, all’Acireale non è bastata una prestazione complessivamente positiva soprattutto nel primo tempo.

A fine partita bisogna registrare la pesante contestazione dei tifosi acesi nei confronti del presidente dell’Acireale Nicola D’Amico e verso i calciatori granata, i quali sono rimasti bloccati a lungo negli spogliatoi. Quando mancano sei giornate al termine del campionato, con questa sconfitta l’Acireale vede svanire in modo definitivo il sogno di vincere il campionato visto che otto punti di distanza dalla capolista Igea Virtus sono un distacco difficilmente colmabile; i granata restano fermi a quota 46 punti e scivolano al quinto posto in classifica.

Primo tempo L’Acireale parte bene e già al 4′ i granata sfiorano il vantaggio. Con una travolgente azione personale, Cocimano evita un paio di avversari, converge al centro e lascia partire un tiro dal limite su cui Aglianò si oppone con una respinta. All’8′ il Palazzolo risponde, ma Di Benedetto neutralizza senza problemi la punizione di Filicetti. Nonostante un terreno di gioco in pessime condizioni, l’Acireale impone il suo gioco contro un Palazzolo molto abbottonato. Al quarto d’ora il tiro da fuori area di Conti termina a lato, mentre al 17′ Cocuzza sugli sviluppi di un calcio piazzato non riesce a dare forza al pallone con un colpo di testa ravvicinato parato dall’estremo difensore palazzolese. L’Acireale cerca con insistenza il vantaggio ed al 32′ i granata sprecano un’altra chiara occasione da rete; su un cross dalla destra di Cocimano, Contino con un’incornata non inquadra lo specchio della porta. Dopo quattro minuti c’è da annotare un’altra azione pericolosa dell’Acireale; Conti su punizione dal settore destro manda la palla di poco alta. Il primo tempo finisce 0-0.

Secondo tempo L’inizio della ripresa vede un Acireale ancora votato all’attacco, ma al 57′ per i granata locali arriva l’improvvisa doccia fredda con il vantaggio del Palazzolo; dopo una lunga galoppata il terzino Russo dalla destra mette in mezzo un pallone teso che trova sul secondo palo Fichera, il quale di testa sigla lo 0-1. Incassato uno svantaggio quanto mai beffardo, l’Acireale si smarrisce contro un Palazzolo che gestisce con abilità lo 0-1. In questa fase di gara l’Acireale si abbatte pesantemente e non abbozza nessuna reazione degna di nota. I granata sono mentalmente deconcentrati tanto che al 77′ rischiano un clamoroso autogol: su cross di Calabrese il difensore Zappalà svirgola pericolosamente la sfera che finisce in corner. Si vede un Acireale opaco, ma negli ultimi minuti i granata provano a raddrizzare la contesa ed all’80’ sfiorano il pareggio; su cross dalla sinistra di Vittorio, Caputa colpisce il pallone di testa con la sfera che, dopo essersi stampata sulla traversa interna, rimbalza sulla linea di porta. La squadra granata tenta il tutto per tutto contro un Palazzolo che con grande esperienza si difende e chiude ogni varco ad un Acireale volenteroso, ma confusionario e nervoso allo stesso tempo. L’Acireale prova a cercare il pareggio sui calci piazzati e sulle mischie come all’88’, quando Cocuzza di testa manda sul fondo una punizione battuta da Millesi. Al 90′ bisogna annotare l’espulsione per doppia ammonizione del terzino acese Vittorio per un fallo su Quarto, il quale nell’occasione si lascia cadere con troppa facilità, mentre al 93′ l’arbitro annulla un gol all’Acireale in maniera sicuramente discutibile: su punizione del solito Millesi, nell’area di rigore dei gialloverdi del Palazzolo si scatena un furibondo batti e ribatti, il pallone finisce sui piedi di Zappalà che di interno destro deposita la sfera in rete, ma il direttore di gara annulla il gol per un presunto e molto dubbioso fuorigioco. Dopo sei minuti di recupero finisce la contesa e si scatena la vibrante contestazione del pubblico acese. Il Palazzolo vince e porta a casa la vittoria, mentre l’Acireale perde la propria imbattibilità casalinga in questo campionato.

TABELLINO

Acireale-Palazzolo 0-1 (0-0 al primo tempo)

Acireale (4-3-3): Di Benedetto, Santitto, Vittorio, Arena, Zappalà, Cocuzza, Cacciola (61’Di Mauro), Conti (61’Millesi), Contino, Cocimano, Godino (69’Caputa). In panchina: Scuto, Tosto, D’Emanuele, Franchina. Allenatore: Ezio Raciti.

Palazzolo (4-4-2): Aglianò, Russo, Conselmo, Grasso, Nobile, Ricca, Serrantino (88’La Piana), Calabrese, Strano, Filicetti, Fichera (86’Quarto). In panchina: Latino, Carpentieri, Monterosso, Germano, Messina. Allenatore: Pippo Strano.

Marcatore: 57’Fichera.

Arbitro: Gianquinto di Trapani. Assistenti: Lo Presti e Russo, entrambi di Messina.

Note: espulso: al 90’Vittorio. Ammoniti: Vittorio, Santitto, Arena, Zappalà, Cacciola (Aci). Conselmo (Pal). Calci d’angolo: 3-2 per l’Acireale. Spettatori: circa cinquecento.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button