fbpx
LifeStyleTeatro

Va in scena La zia di Carlo: equivoci e divertimento a Zafferana

Biglietti ad un euro per avvicinare la gente al teatro

Torna sulle scene la pièce “La zia di Carlo” di Brandon Thomas, regia di Alessandro Idonea e prodotto dalla compagnia Gags, giovani attori per giovani spettatori. Lo spettacolo, inserito nel cartellone “Etna in Scena”, andrà in scena il 29 agosto a Zafferana Etnea, all’anfiteatro Falcone Borsellino.

“La zia di Carlo” è stata più volte portata in scena ed è diventata un classico della commedia teatrale: due studenti, Carlo e Giacomo, invitano due ragazze nell’appartamento di quest’ultimo per festeggiare l’arrivo dal Brasile di una zia facoltosa. Le due fanciulle sono sotto tutela di un severo signore che non intende lasciarle sole con i due giovani. Poiché la parente tarda ad arrivare e per evitare che il tutore le conduca via, i giovani convincono un loro amico a diventare proprio la zia. Naturalmente, questo comporterà una serie di equivoci e non solo… soprattutto quando arriverà la vera zia dal Brasile, pronta a vedere quanto andrà avanti la messa in scena dei due ragazzi.

Se già la trama vi ha strappato un sorriso, vederla interpretata sul palco da questi giovani, ma decisamente non piccoli, attori vi catapulterà in una realtà alternativa.

In scena ci saranno – oltre allo stesso Idonea – Giovanna D’Angi, Salvo Disca, Nino Signorello, Pietro Casano, Chiara Seminara, Liliana Lo Furno, Emanuele Puglia, Turi Giordano, Loredana Marino, e Vanessa Pappalardo. Dietro le quinte hanno invece lavorato Salvo Manciagli (scene), Riccardo Cappello (costumi), Gaetano La Mela (luci), Donatella Capraro, (coreografie) e Gabriella Caltabiano (direttore di scena). Le musiche originali di Mario Incudine saranno interpretate dal vivo dal maestro Antonio Vasta

“La forza della compagnia – spiega Liliana Lo Furno –  è quella di divertirci tra di noi. C’è tanta armonia ed è una cosa rara in questo ambiente”.

Dello stesso parere anche Emanuele Puglia: “È gratificante lavorare in questa compagnia, soprattutto perchè c’è molta serenità e allegria ma sempre con lo stesso impegno che ci contraddistingue da anni”.

Una delle novità apportate da Alessandro Idonea è la presenza di un maggiordomo, interpretato da Nino Signorello, che fa da collante alle varie scene e cambia le sorti dello spettacolo: “È una vera rivoluzione portata dal regista anche se non ha tante battute, una stampella per gli altri personaggi – spiega Signorello –  Dei cambi a scena aperta che il pubblico ha molto gradito”.

E cosa ne pensa la “vera” zia di Carlo, Giovanna D’Angi? “Una volta capita la situazione, non mi svelo subito come la vera zia di Carlo ma voglio vedere fin dove saranno disposti ad arrivare. Questa è una visione diversa rispetto al passato, un altro capitolo di crescita per me”.

Per avvicinare ulteriormente le persone al teatro, i biglietti saranno disponibili ad un euro. “L’obiettivo –  spiega Idonea –  è quello di rendere fruibile il teatro a tutti, ma di far capire come dietro ci sia un lavoro e come tale deve essere retribuito. Non lo facciamo per hobby, ma per lavoro. E unlavoro di qualità deve essere pagato”.

LEGGI L’INTERVISTA AD ALESSANDRO IDONEA

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button