fbpx
CulturaPrimo Piano

La “Stella di Betlemme” si mostra alla terra dopo 800 anni

La “Stella di Natale” si mostra alla terra. Dopo 800 anni, domani 21 dicembre 2020, la grande congiunzione tra i pianeti Giove e Saturno, permetterà la vista della “Stella di Betlemme” che secondo il racconto dei Vangeli guidò i Re Magi alla capanna di Gesù Bambino.

È un evento che non accadeva dal Medioevo e, del resto, quale miglior simbolo di rinascita e speranza per l’anno che si appresta ad arrivare, dopo l’apocalittico 2020? L’osservazione del fenomeno sarà trasmessa online dal Virtual Telescope a partire dalle 16:30. Il giorno del solstizio d’inverno, quindi, potremmo assistere a un evento straordinario dato dall’allineamento dei due pianeti del nostro sistema solare: Saturno e Giove. Quest’ultimi, si troveranno così tanto uniti da far percepire, dalla Terra, un’unica enorme luce, un pianeta compatto.

Si tratta di un fenomeno molto raro ed eccezionale, lo spiega l’astronomo della Rice University Patrick Hartigan secondo il quale è dal 1226 che i due pianeti non si trovavano così vicini. Per poter rivedere un evento simile si dovrà aspettare quasi 60 anni, quindi, il 15 marzo del 2080. Citando Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope, la congiunzione tra i 2 pianeti è avvenuta, in passato, addirittura 3 volte in pochi mesi; si ritiene fosse stato lo stesso Keplero a suggerire la “Stella di Betlemme” come orientamento per i Magi.

La Stella di Natale vicina alla Terra

Per guardare il bellissimo spettacolo, sostiene Paolo Volpini della Unione Astrofili Italiani (Uai), “bisogna aspettare che il Sole tramonti e guardare nella direzione del tramonto. Verso le 17:00 si potranno cominciare a vedere i due pianeti vicinissimi”. La NASA suggerisce un telescopio per poterla vedere meglio ma si potrà notare anche a occhio nudo rivolgendo la v ista verso sud-ovest dopo il tramonto

 G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button