fbpx
NewsNews in evidenzaPolitica

La sinistra ripartirà da Palermo il 21 e 22 marzo. “Sottosopra” approda ad Acireale

Acireale – Nella giornata di ieri presso la sede di Sinistra Ecologia e Libertà, i militanti e i coordinatori provinciali del partito di Vendola hanno presentato l’iniziativa “Sottosopra”, una due giorni che vedrà le forze progressiste dell’isola, movimenti e parte del sindacato, confrontarsi in diverse tematiche di ordine politico e culturale. Sottosopra si terrà a Palermo il 21 e 22 marzo presso i locali di Corte Sammuzzo.
Nella sede acese intitolata a don Gallo, Mirko Monaco, militante di SEL Acireale, ha iniziato la discussione esponendo gli obiettivi del partito e introducendo “Sottosopra”. Dopodiché si sono succeduti Francesco Alparone e Lea Messina, rispettivamente coordinatore provinciale e presidente dell’assemblea provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà, che hanno fatto il punto su questa nuova esperienza.
Sono state chiare le affermazioni di Francesco Alparone, il quale oltre ad illustrare questa nuova realtà, ha fatto una panoramica sulla situazione attuale della sinistra in Sicilia.
Quali sono gli obiettivi di questo nuovo progetto?
“L’obiettivo è mettere sottosopra la politica siciliana. Ci siamo ritrovati in tanti sotto lo stesso ragionamento. Non possiamo sottostare alle mosse camaleontiche di alcuni personaggi, pronti a salire sul carro del vincitore. Lo sciopero del 25 ottobre ci ha mandato un messaggio chiaro: costruire una forza di sinistra di ampio respiro, anticipando ciò che Sel ha portato a Milano nella convention Human Factor. Dobbiamo distaccarci dalle scelte del governo nazionale, partendo anche dai malumori di molti militanti del PD. Porteremo in tutti i territori della Sicilia questo progetto di rinascita che coinvolgerà personalità importanti della politica e della classe intellettuale: l’intento di questi è cercare di costruire una grande forza che non sarà autoreferenziale e soprattutto partirà dal basso. Le idee prevarranno sui singoli gruppi dirigenti”.

Alparone tiene a sottolineare che in Sicilia vi è un chiaro bisogno di una forza politica che sia punto di riferimento

“Proviamo a rappresentare un popolo desideroso di un progetto articolato e stabile, che crede ancora in quei valori, ormai perduti, di quella grande sinistra italiana che fu. Saremo il punto di riferimento per quel popolo di sinistra che non ha – attualmente – rappresentanza e che non si riconosce nel partito di Matteo Renzi. In passato gli Europei guardavano ossequiosi alla sinistra italiana, che adesso è andata frantumandosi dopo gli ultimi risvolti”.
La convention che si terrà a Palermo il 21 e il 22 marzo vedrà due fasi. Sabato 21 si parlerà della “Sicilia al centro del Mediterraneo”, ragionando su quelle che devono essere le nuove politiche d’integrazione. Diversi professori universitari daranno il loro contributo per parlare di sviluppo sostenibile e risorse rinnovabili. Nel pomeriggio si svolgeranno dei laboratori ove si affronteranno varie tematiche, quali: agricoltura – saranno presenti la Coldiretti e il presidente regionale dell’agricoltura -, acqua pubblica, giovani e il loro rapporto col mondo del lavoro.
Nella parte conclusiva interverranno diverse personalità della cultura e della politica siciliana. Si susseguiranno le varie associazioni, tra tutte Legambiente e Arci. Non mancheranno soggetti in rappresentanza del sindacato. Tra i politici presenti a Sottosopra, oltre ai fuoriusciti da PD E M5S, Simone Oggionni, Campanella, Civati e Fratoianni; i sindaci siciliani Accorinti e Orlando. Aderiranno alla manifestazione parte de L’altra Europa con Tsipras, Sel, e Rifondazione Comunista.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker