CronachePrimo Piano

La Sicilia ultima in Europa per investimenti in innovazione

Investimenti in innovazione non sono di certo il cavallo di battaglia dell’Italia in Europa, men che meno della Sicilia. La regione, infatti, in materia si classifica ultima in tutto il continente. 

I dati

L’indagine condotta dall’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro non lascio spazio a dubbi: l’Italia occupa gli ultimi posti nella classica dei Paesi europei per la capacità di spendere i fondi in Ict e Ricerca e Innovazione. 

I fondi a disposizione si aggirano intorno ai 8,3 miliardi di euro. I quali vengono divisi in 6 miliardi per la ricerca e l’innovazione e 2,3 miliardi per lo sviluppo dell’Ict.  Insomma, le risorse rappresentano un numero molto alto, terze solo dopo la Polonia e la Spagna. Passati quasi cinque quasi dalla nascita del progetto “Agenda Digitale italiana” però  sono stati spesi solo 828 milioni, dunque il 12,3% del totale disponibile.

L’Italia si classifica quartultima.

La Sicilia ultima in Europa.

Tante sono le problematiche e l’insieme di fattori che hanno fatto sì che la Sicilia arrivasse ultima in materia di innovazione.

Gli interventi circa i settori tecnologi e innovativi rappresentano solo il 2,1% dei totali occupati. Ma i fondi disponibili gravitano intorno ad una cifra non troppo misera: 749, 8 milioni di euro. Proprio davanti a questa grandissima disponibilità, la regione si classifica terza.

Ma se le somme impegnate totalizzano una spesa di 656,6 milioni di euro, perché il totale speso è pari a zero?

Altro punto a sfavore: la Sicilia non sembra essere la meta preferita di nuovi investimenti dall’estero.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.