fbpx
EconomiaNews

La Sicilia sempre più cinese

Sicilia sempre più con gli occhi a mandorla. L’isola è la seconda regione del Sud Italia con più imprese con titolari cinesi.

È questo il risultato di InfoCamere-Unioncamere e Movimprese sulle ditte individuali. Davanti alla Sicilia, solo la Calabria che contra oltre 3000 imprese cinesi,

In Sicilia, invece, sono presenti 2.245 imprese con titolare cinese (dati al 31 dicembre 2016), numero sostanzialmente stabile rispetto al 2011 quando erano 2.234, mentre la crescita più consistente si era verificata nei primi anni Duemila.

In particolare, tra le province primeggia Catania dove sono 686, seguita da Palermo 534 e Messina 213. Seguono Agrigento (187), Trapani (175), Ragusa (167), Siracusa (156), Caltanissetta (88) ed Enna (39).

Per quanto riguarda i settori in cui i cinesi investono e aprono le proprie aziende in Sicilia quello più gettonato è il commercio, comparto in cui questa popolazione è fortemente vocata, con il 2.051 imprese (il 91%). Poi ci sono 126 imprese non classificate, 40 sono le attività dei servizi di alloggio e ristorazione, 8 imprese nei servizi vari, 4 sono presenti rispettivamente in agricoltura, manifatturiero, costruzioni e servizi a persone e imprese, una impresa rispettivamente nei settori di trasporto, assicurazioni, attività professionali e attività ricreative.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button