fbpx
CronachePrimo Piano

La Sibeg lascia Catania ad ottobre. Oltre 150 licenziamenti

La pressione esercitata dalla plastic e dalla sugar tax sono troppo per la Sibeg, l’azienda che imbottiglia le bevande a marchio Coca-Cola che ha acceso l’incubo di un centinaio di lavoratori: perdere il proprio posto di lavoro. Infatti da ottobre l’azienda sposterà la produzione interamente a Tirana, in Albania. Ciò comporterà il licenziamento di 151 dipendenti.

«Preferiamo fare investimenti nell’impianto di Tirana. Depotenzieremo al massimo l’impianto di Catania e amplieremo l’impianto in Albania. Tutto scatterà ad ottobre, da quando aumenteremo i prezzi e crolleranno i fatturati dei 12 mesi successivi. Il grosso del taglio delle persone verrà fatto da novembre fino ad aprile maggio», afferma l’amministratore delegato Luca Busi.

«Queste sono tasse per fare cassa senza pensare alla salute dei nostri consumatori e senza pensare all’ambiente, sono tasse solo per distruggere il settore. Sono insostenibili. La Sibeg sarà costretta ad aumentare i pezzi al consumo del 20 per cento e di conseguenza saremo costretti a perdere fatturato. La nostra valutazione di perdita di fatturato é del 27 per cento in un anno. Per sopravvivere saremo costretti a salutare 151 persone. Avevamo due investimenti importanti -prosegue l’amministratore delegato – da fare sull’impianto di Catania nei prossimi tre anni. Quindi nuovi posti di lavoro per la città e li faremo nel nostro impianto di Tirana, in un territorio ‘amico’. Le due linee in Albania producevano sia per la Sicilia sia per quel Paese, quindi abbiamo la flessibilità per mettere in uno dei due impianti», conclude Busi.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button