fbpx
CronacheNewsNews in evidenzaSport

La sentenza: Lega Pro con 12 punti di penalizzazione. Certo il ricorso del Catania. Le motivazioni dei giudici: “Fatti di estrema gravità”

E’ appena stata resa nota la sentenza da parte del Tribunale Federeale della FIGC. Come anticipato, Catania retrocesso in Lega Pro con 12 punti di penalizzazione. Inasprita dunque la richiesta di Palazzi, in virtú della collaborazione di Pulvirenti, di Lega Pro con 5 punti di penalizzazione.

Queste le motivazioni del Collegio Giudicante:

“In considerazione della fattiva collaborazione fornita dal Pulvirenti ex art. 24 CGS (audizione del 27/07/15) la Procura Federale ha richiesto l’applicazione di una sanzione affievolita, peraltro uniforme a quella indicata dalla difesa con note scritte depositate dalla stessa Procura. Sanzione che tuttavia il Tribunale, pur riconoscendo la configurabilità dell’art. 24 CGS nel caso di specie, ritiene di modulare nella misura indicata in dispositivo. Infatti, se per un verso il riconoscimento pieno delle proprie responsabilità penali e disciplinari, unitamente alla chiamata in correità di altri tesserati, alcuni dei quali fino a quel momento non ancora coinvolti nell’indagine, merita apprezzamento sul piano del comportamento processuale (e del conseguente trattamento sanzionatorio) per altro verso i fatti restano di estrema gravità, destando un forte allarme sociale. Derubricare il disegno criminoso in esame, perfettamente programmato e realizzato per incidere stabilmente sugli esiti dei campionati di calcio a un gesto “di un Presidente disperato” equivarrebbe a concepire anche solo al livello patologico, un doppio sistema, lecito e illecito, dove quello illecito garantirebbe di più e meglio risultati sportivi ed economici. A chi assiste, disputa, partecipa a un evento sportivo deve essere invece garantito il corretto e leale svolgimento della competizione e del risultato dall’unico Ordinamento che esiste, quello giuridico. La Società Catania usufruisce anch’essa, ai sensi dell’art. 24 n. 2 del CGS, della riduzione di pena conseguente alla fattiva collaborazione prestata all’organo inquirente dal Pulvirenti, ma il Tribunale ritiene conforme a giustizia, considerata l’estrema gravità dei fatti sopra succintamente delineata, infliggerle, in aggiunta alla sanzione base della retrocessione all’ultimo posto, anche quelle della penalizzazione di punti in classifica e dell’ammenda nelle misure, valutate come afflittive, di cui infra. L’entità della sanzione della inibizione inflitta all’amministratore delegato Cosentino è stata determinata dal Tribunale tenendo in considerazione il ruolo marginale e subalterno ricoperto dal deferito nell’associazione ed il fatto che la consapevolezza dell’attività svolta dagli altri soggetti deferiti al fine di alterare risultati di gare venne acquisita dal Cosentino, come risulta dagli atti, soltanto in fase avanzata”.

Il Tribunale Federale presieduto da Sergio Artico ha inoltre disposto:

– a Pulvirenti Antonino, l’inibizione di anni 5 (cinque) e l’ammenda di € 300.000,00 (euro trecentomila/00); 

– a Cosentino Pablo Gustavo, l’inibizione di anni 4 (quattro) e l’ammenda di € 50.000.00 (euro cinquantamila/00); 

– a Di Luzio Piero, inibizione di anni 5 (cinque), più la preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della FIGC, in continuazione, più ammenda di € 150.000,00 (euro centocinquantamila/00); 

– alla Società Calcio Catania Spa l’ammenda di € 150.000,00 (euro centocinquantamila/00). 

L’avvocato Chiacchio annuncia che il Catania ricorrerà in appello entro 48 ore. Questa la nota apparsa sul sito ufficiale del Calcio Catania: Con riferimento alla decisione odierna del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare, valutate le sanzioni disposte, il Calcio Catania rende noto che presenterà ricorso alla Corte Federale di Appello nei termini previsti dalla normativa federale vigente. Il processo di secondo grado è previsto entro la fine di agosto.

Teramo e il Savona retrocesse in serie D con 10 punti di penalizzazione.

Vigor Lamezia sanzionata con 5 punti di penalizzazione, Brindisi escluso dal campionato, 3 punti per il Barletta, 2 punti per Torres, San Severo e Neapolis, 1 punto per l’Aquila Luparense San Paolo e Puteolana Internapoli.

Questa la sentenza integrale emessa dal Tribunale Federale.

 

– IN AGGIORNAMENTO –

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker