fbpx
News in evidenzaPolitica

Docenti in lutto contro la “buona scuola”

Docenti in lutto contro la “buona scuola”. L’iniziativa, di carattere nazionale, si è diffusa attraverso la rete e dopo aver visto coinvolte nei giorni scorsi alcune scuole di Genova e di Monreale arriva oggi anche a Palermo e a Catania. “Tutti a lutto ma sempre in lotta”, questo lo slogan dell’iniziativa che vedrà i docenti delle scuole di ogni ordine e grado vestirsi di nero come forma di protesta contro il decreto legislativo del governo sulla scuola. Dopo il digiuno a staffetta, i docenti mettono in campo nuove forme di protesta per rendere visibile dell’assoluto dissenso alla proposta di riforma della scuola che, di fatto, uccide la scuola pubblica. Due le scuole coinvolte oggi nei due capoluoghi siciliani, l’Istituto alberghiero “Francesco Paolo Cascino” di Palermo e l’Istituto Comprensivo Maria Montessori di Catania.

Una protesta che, spiega la professoressa Carmela Cardella dell’alberghiero panormita, vede coinvolti non soltanto i docenti precari ma anche i colleghi di ruolo perché “mentre in prima battuta si pensava al Ddl come qualcosa che riguardava soltanto i precari, in seguito ci si è accorti che l’immissione in ruolo è stato solo uno specchietto per le allodole.

Tra i punti più contestati del disegno di legge l’articolo 7 che prevede che siano i dirigenti scolastici a scegliere in completa autonomia e discrezionalità i docenti direttamente da appositi albi in cui sono pubblicati anche i vari curricola degli insegnanti già di ruolo. Una “chiamata diretta” degli insegnanti che nei fatti si traduce in un “aumento del potere dirigenziale – continua la professoressa Cardella – in una scuola che sta diventando sempre più aziendale. Pensare che un preside possa scegliere la squadra dei docenti in base a criteri personali è folle e di fatto significa istituzionalizzare il clientelismo”.
Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.