fbpx
CronacheNews

La protesta silenziosa di Rossella Accardo

Continua lo sciopero del silenzio di Rossella Accardo. Da quando il Gip Maria Pino, accogliendo la richiesta della Procura, ha disposto l’archiviazione della indagine sulla scomparsa, ad agosto del 2007, degli imprenditori Antonio e Stefano Maiorana, ex marito e figlio di Rossella Accardo, lei continua la sua protesta “silenziosa” andando in giro con un camper perchè tutta l’Italia ascolti. Per settimane è stata a piazzale Clodio, a Roma, davanti il Tribunale, poi in giro per tutta l’Italia perchè si “ascolti” la sua storia; oggi nuovamente a Roma. .

L’obiettivo di Rossella Accardo, così come quello di tutte le persone che le stanno vicino, è quello di chiedere che non vengano archiviati i casi di scomparsa. Vuole soltanto verità e giustizia questa madre, vuole che si riaprano le indagini. Inoltre, come ha sempre chiesto, vorrebbe istituire un Nucleo Investigativo Speciale per gli Scomparsi, una struttura specializzata che operi a livello nazionale.

Padre e figlio, entrambi imprenditori, sono scomparsi il 3 agosto 2007 da isola delle Femmine. L’auto era stata poi ritrovata all’aeroporto di Punta Raisi.

Adesso, insieme a lei, si sono uniti gli attivisti del coordinamento Nove Dicembre, “un gruppo apolitico e apartitico che vorrebbe cambiare le cose in tutta Italia”. Un programma di 8 punti in cui si chiede il cambiamento radicale dell’attuale Politica, in cui si ripristini il valore della Costituzione e si indaghi “nei confronti di tutti coloro del mondo politico, economico, istituzionale, militare e sociale che hanno distrutto la nostra economia e permesso che il popolo italiano venisse ridotto in schiavitù”.

Tags
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker