fbpx
Cronache

La politica etnea a sostegno di Zuccaro

“Massima solidarietà al procuratore capo della Repubblica di Catania che con grande coraggio ha denunciato una verità scomoda.” Manlio Messina coordinatore provinciale di Fratellli d’Italia – An a Catania lancia il suo assist a Carmelo Zuccaro che sta gestendo l’indagine conoscitiva avviata dai suoi uffici sulle attività delle ong nelle operazioni di salvataggio dei migranti nel Mediterraneo.

Zuccaro subisce un attacco mediatico assolutamente immeritato ma soprattutto viene intimidito dai ministri Orlando e Minniti che pretendono delle “prove” – afferma ancora Messina – Il procuratore nel fare queste importanti affermazioni sulle ONG, nel puntare un riflettore su questo fenomeno, chiarisce di avere i fatti provati ma di non poterne fare uso nel contesto processuale.

Ci auguriamo che Zuccaro vada avanti e che piuttosto trovi il supporto necessario per concludere le indagini”.

Allo stesso tempo, anche il sindaco di Catania, ricordando come la magistratura etnea sia da tempo in prima linea, ha sottolineato la necessità di compiere accertamenti e indagini.

“Sul traffico di esseri umani lasciamo lavorare serenamente la Procura di Catania”. È l’invito del sindaco di Catania Enzo Bianco

“Nella nostra città – ha detto Bianco – dove ogni anno sbarcano decine di migliaia di migranti, sappiamo bene che la stragrande maggioranza delle organizzazioni non governative, dei volontari, fa cose straordinarie, salva vite umane. Da Medici senza frontiere a Save the Children, tutti danno il massimo dell’assistenza. Sono persone ammirevoli che rischiano la propria vita per salvarne altre

. Ma se qualcuno, sotto l’etichetta di una organizzazione non governativa, recentemente costituita magari, fa cose che non dovrebbe, se attingono a risorse non chiare, se esiste anche solo il sospetto che possano avere contatti con la criminalità libica che gestisce il traffico di esseri umani, allora la Procura di Catania ha il dovere di compiere accertamenti e indagini”.

“Aldilà dei tecnicismi sull’utilizzo o meno delle fonti, è chiaro che quello del procuratore di Catania Carmelo Zuccaro è un vero e proprio grido di allarme sulla questione relativa all’azione di alcune Ong che si occupano del salvataggio dei migranti nel Mediterraneo. Purtroppo, come quasi tutto quello che accade in Italia, anche una dichiarazione così seria è stata subito trasformata in caciara politica con tanto di convocazione del capo della procura catanese davanti al Csm. Esprimiamo solidarietà e sostegno a Zuccaro affinchè continui nella ricerca della verità, individuando chi vuol fare dell’immigrazione un business, ma adesso temiamo per la sua incolumità. In una così difficile indagine, lo Stato non può lasciare da solo uno dei suoi migliori uomini.” Lo afferma il segretario generale territoriale della Ugl di Catania Giovanni Musumeci.

ARTICOLI CORRELATI

 PROCURATORE DI CATANIA: “C’ERANO TANTE NAVI CHE SEMBRAVA LO SBARCO IN NORMANDIA”
– FEDITALIMPRESE: PIENO SOSTEGNO PER L’OPERATO DELLA PROCURA SU INDAGINI ONG
 PIERO GRASSO: ZUCCARO PARLI AD INDAGINI CONCLUSE

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button