fbpx
NewsNews in evidenzaSatiraSenza categoria

La Mummia: “Via Crociferi abbandonata, temo per la mia incolumità”

Abbiamo intercettato la Mummia animata avvistata nella giornata di ieri in via Crociferi.
Scappata dal magazzino del museo egizio di Torino, l’impavida mummia è stata colta durante il sopralluogo preliminare al suo trasferimento, proprio nei pressi della succursale prevista nel capoluogo etneo.

mummia-vivente

Lui è Knohor figlio di Knehell, discendente della stirpe di Smenkhkhara.

Cosa ci fai a Catania?

«Volevo constatare personalmente quale dimora accoglierà il mio eterno riposo, interrotto da quisquilie che non presagivano nulla di buono”, ha dichiarato in prima istanza. “E devo dire che la situazione constatata è peggiore rispetto a quel che mi si era stato dato a intendere!»

Non è di tuo gradimento via Crociferi?

«Sì, è una strada di notevole prestigio e di inestimabile valore storico, artistico e monumentale. Sicuramente meglio del deposito dov’ero custodito. Ma è completamente abbandonata a sé stessa e temo per la mia incolumità»

Cosa c’è che non va?

«Anzitutto è poco sicura. Non ho visto installate telecamere di videosorveglianza: temo di essere rapito. E la sera non è bene illuminata. Poi, nonostante i divieti di transito, le macchine e i motocicli percorrono ugualmente la direttiva stradale e, secondo me, questo non è ammissibile essendo via Crociferi una strada Patrimonio Unesco: i cittadini dovrebbero prendersi cura di lei anche con queste piccole misure di civiltà ma soprattutto di rispetto. Basta infine guardarsi intorno per rendersi conto che non è valorizzata e salvaguardata come dovrebbe”»

Sì, però converrai che con la succursale del Museo Egizio potrebbe aumentare l’affluenza dei passanti, turisti e cittadini, a potenziare la sicurezza anche con la loro presenza! O no?

«Sicuramente, ma non è la stessa cosa. Via Crociferi dovrebbe essere vissuta maggiormente anche incentivando caffè concerto e potenziando i punti di ristoro, offrendo opportunità agli esercenti che hanno investito nelle loro attività sulla via. Non ho visto molte panchine per riposarsi. E anche la cartellonistica è carente. Ma poi cosa sono tutte quelle scritte sui muri? Ai miei tempi eravamo un po’ più evoluti e sensati con i nostri geroglifici.»

Eppure, qualche mese fa, i cittadini avevano presentato le loro proposte proprio in questo senso.

«Mi hanno raccontato anche questo. E ho saputo che verrà intitolata solo una via con la data dell’istanza protocollata il 23 marzo. Via 23 marzo al posto di un’audizione dal sindaco. Ma chi ha avuto questa insana idea?»

L’Assessore Licandro, ma scherzava naturalmente!

«Pessimo modo di scherzare. La dea Maat si scaglierà di certo contro tale impudenza.»

E adesso tornerai a Torino?

«No. Prima chiederò udienza al faraone della vostra città per sapere che fine abbia fatto l’istanza che avete presentato!»

Fai attenzione per strada: rischi di essere scambiato per lui dai suoi sudditi!

«Che il grande Ra sia con me e con tutti voi»

klk

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker