fbpx
NewsPolitica

La Meloni a Bianco: Rassegni le dimissioni, vada a Malta

E persino il leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni arriva a chiedere le dimissioni del sindaco di Catania Enzo Bianco.

Tutto è iniziato ieri quando il consigliere comunale di FDI-AN Ludovico Balsamo da presidente della Commissione Commercio ha lanciato un video contro il primo cittadino catanese che aveva organizzato una iniziativa per promuovere l’impresa a Malta «L’ oggetto del convegno sponsorizzato dal Sindaco della città metropolitana di Catania “camuffato sotto il nome di processo di internazionalizzazione delle imprese” e’ stato una sorta di invito ai nostri imprenditori a chiudere in Italia per andare ad investire a Malta –  denuncia il consigliere Balsamo – durante l’ incontro più volte e’ stato rimarcato il dato che in Italia e’ ormai impossibile fare impresa per le lungaggini amministrative e l’impossibilità di pagare le tasse mentre Malta presenta opportunità eccezionali.»

«Bisognerebbe ricordare al sindaco che a Catania circa il 50% dei giovani e’ in cerca di occupazione e che i nostri cittadini gradirebbero politiche di attrazione degli investitori – continua – Se il primo cittadino non sta più bene a Catania e non crede di saperla o poterla rendere appetibile farebbe bene a trasferirsi lui a Malta e lasciare ai catanesi la possibilità di scegliere un sindaco che ci creda e che si senta di battersi per la nostra straordinaria terra.»

Immediata, non si fa attendere la reazione del leader di Fratelli D’Italia che su facebook ha scritto «Sono senza parole: piuttosto che incentivare l’impresa, favorire la creazione di nuovi posti di lavoro in un territorio dove la disoccupazione giovanile dilaga, snellire la burocrazia e alleggerire la tassazione, il sindaco di Catania, nella sua sede istituzionale, racconta ai nostri imprenditori di come si possono produrre ricchezza e opportunità di impiego altrove. Anche Fratelli d’Italia ha un invito da rivolgere a Enzo Bianco: rassegni le dimissioni e si trasferisca lui a Malta

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button