fbpx
PoliticaPrimo PianoSenza categoria

La Lega ritira il simbolo a Ezia Carbone?

«La Lega sosterrà Ezia Carbone perché lei rappresenta la compagine di centrodestra». La posizione odierna del responsabile provinciale della Lega Anastasio Carrà, nel tentativo di fermare il chiacchiericcio che darebbe per certo il ritiro del simbolo e del sostegno del partito in capo a Matteo Salvini alla candidata espressione di Pino Firrarello e di Filippo Drago. Ma del domani non v’è certezza.

Il retroscena

Del profilo di Ezia Carbone L’Urlo ha parlato nei giorni scorsi (vedi articolo). Sostenuta da Pino Firrarello e da Giuseppe Castiglione alle passate amministrative, il nome della Carbone continua a essere espressione dell’NCD. La candidata però è anche espressione di Filippo Drago, sindaco uscente che del leghismo ha annaspato solo l’odore agli albori sull’isola.

La Lega, con i suoi rappresentanti locali che in un primo momento hanno sottoscritto l’accordo con Carmelo Scandurra, repentinamente ha dovuto fare un passo indietro per supportare la candidatura della Carbone. Pare che fosse una presa di posizione del sindaco di Catania Salvo Pogliese su Fabio Cantarella, responsabile degli Enti Locali.

Oggi, voci sempre più insistenti, parlano della possibilità di ritirare il simbolo della Lega a Ezia Carbone. La trama intorno la candidata perciò si infittisce, generando grande suspance che lascia in bilico il vice di Drago.

Raggiungiamo telefonicamente Carrà

«La Lega sosterrà Ezia Carbone perché lei rappresenta la compagine di centrodestra, anche se questa compagine è nata dopo», sostiene il responsabile provinciale della Lega. «Abbiamo qualche difficoltà per fare la lista. Perciò non siamo certi né che la lista ci sia e neppure se useremo l’eventuale simbolo o meno», ammette Carrà. «Il centro destra si è riunito dopo, un po’ tardi», spiega.

Eppure, una buona parte del centrodestra locale, non vedendo di buon occhio la candidata, sosterrà Carmelo Scandurra. «Marco Calì, Scuderi, tutti i rappresentanti di Fratelli d’Italia, l’ex responsabile cittadino di Forza Italia che è Romeo, La Rosa che è espressione di Diventerà Bellissima, saranno a sostegno di Scandurra, che non si può dire espressione di centrosinistra nonostante la vicinanza con Luca Sammartino». Il progetto politico del presidente del consiglio uscente è infatti trasversale, fondato sul civismo più puro.

«Noi ci stiamo impegnando per cercare di costituire una lista. Il centrodestra si è compattato solo un tantino più tardi rispetto alle altre compagini, come quella di Carmelo Scandurra», ribadisce. Ma un dato di fatto è che le espressioni di centrodestra locale sono a sostegno di Scandurra e non di Ezia Carbone. Compreso Santo Grasso che per la Lega aveva in un primo momento sottoscritto l’accordo con Carmelo Scandurra.

«Santo Grasso è andato con una civica, quindi non fa parte della formazione della Lega se decide di correre con questa lista. Noi non lo possiamo costringere…»

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker