fbpx
Cronache

Istituita la Giornata regionale del ricordo e della legalità

L’Ars ha approvato il disegno di legge che istituisce la Giornata regionale del ricordo e della legalità e del Forum permanente contro la mafia e la criminalità organizzata. L’iniziativa è stata avanzata dalla Commissione Regionale Antimafia. 

Un passo certamente importante su un tema altrettanto delicato. Un passo che sarebbe dovuto essere frutto di un’unanimità, ma stavolta il coro non era composto da sole voci di consensi.

Il dibattito sulle date della Giornata

La “Giornata della memoria”, secondo il testo, sarà il 30 aprile. La data coincide con l’anniversario dell’omicidio dell’allora segretario comunista del Pci Pio La Torre, e del suo collaboratore Rosario Di Salvo, avvenuto nel lontano 1982.

Alessandro Aricò, leader di Diventerà Bellissima, non si è mostrato totalmente in accordo. Ha avanzato, infatti, come data il 19 luglio. Quel giorno perse la vita il giudice Borsellino con la sua scorta, nella strage di via d’Amelio. Forse per questo motivo si credeva che fosse una data più idonea e che avrebbe portato più aggregazione.

Ad essere respinta anche la proposta di Giusi Savarino sul 6 gennaio, data dell’uccisione del presidente della Regione Piersanti Mattarella.

Ma i deputati Stefano Pellegrino e Giuseppe Lupo hanno poi confermato che la Commissione Affari Istituzionali aveva votato in perfetto accordo sul 30 aprile, allontanando così ogni possibilità di cambiare la data.

La legge è stata scritta da Matteo Mangiacavallo, dal deputato Salvatore Siragusa, anche primo firmatario, e dai componenti del M5S della prima commissione legislativa dell’Ars di questa e della precedente legislatura.

EG.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button