fbpx
CronacheNews

La Gdf presenta il bilancio 2014

Catania – Le Fiamme Gialle presentano il bilancio 2014 e mettono in evidenza i risultati fin qui portati avanti. “Massima è stata l’attenzione nel contrasto alle frodi fiscali e all’economia sommersa, alla contraffazione, alle altre forme di criminalità economica e ai traffici illeciti.

Soltanto alla criminalità organizzata, sono stati sequestrati oltre 91 milioni di euro ed effettuate proposte di ulteriori provvedimenti ablatori per 484 milioni di euro, attualmente al vaglio della competente Autorità giudiziaria. Da ricordare la conclusione dell’operazione Scarface, che ha portato al sequestro di 8 milioni di euro a Nuccio Mazzei, latitante recentemente arrestato, ed  il sequestro di beni nei confronti della famiglia Bosco per oltre 10 milioni di euro.

Strettamente connesso alla lotta alla criminalità organizzata è il contrasto ai traffici illeciti che ha visto la Guardia di Finanza di Catania pervenire al sequestro di oltre 2,6 tonnellate di stupefacenti, di cui 2.500 kg di marijuana, traendo in arresto 40 responsabili.

Sotto la lente di ingrandimento delle indagini della Guardia di Finanza, anche la bancarotta fraudolenta. Di particolare rilievo, il sequestro preventivo dei due noti alberghi di lusso catanesi “Romano Palace Luxury Hotel” e “Hotel Romano House, per un valore di circa 35 milioni di euro, e la conclusione dell’operazione “Civita” nei confronti di un sodalizio composto da soggetti pluripregiudicati catanesi dediti all’estorsione e all’usura con l’applicazione di tassi di interesse superiori al 160%.

Rappresentano il36% dei soggetti complessivamente denunciati a livello nazionale dal Corpo gli oltre 1600 responsabili denunciati all’autorità giudiziaria catanese e calatina per percezioni indebite e contributi illecitamente richiesti. Nell’ambito dei controlli relativi alla corretta corresponsione di finanziamenti comunitari e nazionali,indebite percezioni per 32,3 milioni di euro, nonché accertato5,5 milioni di euro di contributi illecitamente richiesti, ma non ancora erogati, a fronte di un importo complessivo sottoposto a controllo pari a circa 51 milioni di euro (con una irregolarità del 63%).

Inoltre, sono stati denunciati 88 soggetti per reati contro la pubblica amministrazione, di cui 15 tratti in arresto, per episodi di corruzione e concussione, peculato, abuso d’ufficio e violazioni alla normativa sugli appalti.

Tra i principali servizi conclusi, si rammenta l’operazione “Terra bruciata”, condotta dalla Compagnia Caltagirone, relativa a un’associazione a delinquere finalizzata alla illecita percezione di aiuti comunitari all’agricoltura, che ha portato all’arresto di 13 soggetti e all’accertamento di oltre 1,5 milioni di euro di finanziamenti illecitamente richiesti e/o percepiti.

Nel territorio etneo le Fiamme gialle hanno rivolto la loro attenzione nel contrasto alle filiere di approvvigionamento e commercializzazione del mercato del falso.
Le attività investigative hanno consentito di sequestrare 4,5 milioni di prodotti contraffatti o pericolosi per la salute pubblica. e hanno portato alla denuncia di 132 responsabili (in sensibile aumento rispetto al 2013) per violazioni connesse alla contraffazione.

Le Fiamme Gialle, però, non si occupano esclusivamente di scovare e denunciare evasori, ma si mettono a disposizione per gli interventi di soccorso. Solo nel 2014,  le attività condotte dal Soccorso Alpino della Guardia di Finanza di Nicolosi,hanno permesso di salvare 35 persone in 14 interventi eseguiti sul vulcano Etna.

Bilancio consuntivo 2014 gdf

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker