fbpx
Cronache

La figlia dell’ispettore Raciti si è laureata con una tesi dedicata al padre

Sono passati più di dieci anni da quando Filippo Raciti perse la vita a seguito delle tragedia del 2 febbraio. Oggi la figlia Fabiana lo ha ricordato nella propria tesi di laurea.

“Sicurezza ed Eventi Sportivi: dal Trattato n. 218 del Consiglio d’Europa al Caso Raciti” è il nome della tesi di laurea discussa all’Università Kore di Enna da Fabiana Raciti nell’aula magna dedicata al padre.  Qui è allestita un’esposizione permanente delle uniformi storiche della Polizia di Stato. Tra queste anche quella indossata dall’ispettore Raciti la sera del derby Catania-Palermo nel lontano 2017. Per la morte dell’ispettore capo fu ritenuto colpevole Antonino Speziale e Daniele Natale Micale.

«Con un forte nodo in gola, sono entrata nell’aula magna “Filippo Raciti”, all’interno della quale si trova un’esposizione permanente delle uniformi storiche della Polizia di Stato.Tra queste, la più recente è quella indossata da mio padre, nella tragica serata del 2 Febbraio 2007. Con orgoglio e tanta motivazione, all’età di 15 anni, promisi a me stessa che avrei contribuito a cambiare le cose. In questi mesi, un ulteriore passo è stato lavorare ad una tesi che sottolinea l’importanza delle nostre Forze dell’Ordine. Sia nella vita di tutti i giorni che, in occasione di Grandi Eventi Sportivi, Politici e Religiosi, anche e soprattutto di carattere internazionale», scrive la giovane nel proprio profilo Facebook.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button