Sport

La Domusbet Catania BS batte il Vibor e vola in finale

Volere, volare. Sognare in fondo non costa nulla, ma quando riesci con il cuore, con la voglia e l’intensità a materializzare ciò che era solo nei tuoi pensieri tutto diventa stupendo. Tutto questo è stato vissuto ieri sera, dove la Domusbet Catania beach soccer è riuscita nella grande impresa, quella di conquistare la finale della Champions League del beach soccer. Nell’elitè delle migliori formazioni europee, la formazione di Della Negra grazie ad una prestazione maiuscola oggi cercherà di vendere cara la pelle contro gli extraterrestri del Kristall.

Una gara pazzesca vissuta dal primo all’ultimo minuto con grande intensità, gamba e qualità. Non ha sbagliato nulla la Domusbet Catania, anzi è stata praticamente perfetta fin dall’avvio con la rete pazzesca, della scelta di Della Negra, Ortolini che con una rovesciata volante ha piegato le mani di Dlyalenko. Emozione però durata solo pochi secondi perché Iabko era abile ad inserisi tra Del Mestre e Platania per il gol del pareggio. Partita intensa e senza sosta con i due portieri assoluti protagonisti da una parte e dall’altra. Nella ripresa subito Domusbet con la giocata di Zurlo e il piattone di Fred a riportare su i rossazzurri. Ucraini pericolosi con Bristhel e Stankovic ma la difesa e soprattutto un sontuoso Gabriel controllavano. Giocava bene la Domusbet Catania, costruiva e provava da tutte le parti a bucare il portiere ucraino però in giornata di grazia.

Anche quando tutto sembra fatto la fretta giocava brutti scherzi. Zurlo trovava lo spazio giusto stendeva anche il portiere e suggeriva tutto solo Rodrigo che nonostante la porta spalancata centrava la clamorosa traversa. Ma la beffa era il gol che si materializzava sul cambio di fronte con Brischel che invece non sbagliava, 2-2. Tensione alle stelle e break favorevole agli ucraini. Ma gli etnei non perdevano testa e cuore, tutto sospinto da Luca Della Negra e dai suoi suggerimenti dalla panchina. La gara degli uomini duri e della grande esperienza, uomini come Platania, come Nico e soprattutto come Gabriel che, sospinto da Rodrigo, trovava un colpo di testa di un’intelligenza disarmante sul secondo palo che impalava il portiere del Vibor, 3-2

L’inizio del terzo periodo era quello della quarta ingranata, altro dato in più in favore di Catania. Il Vibor non stava più in piedi, invece la Domusbet Catania trovava l’esplosione sulle gambe. Pochi secondi per dare il più due con Zurlo testardo nel tentare la conclusione, dove poi Fred si avventava come un rapace ribadendo il 4-2 etneo. Finito? Non per la Domusbet Catania che mandava in visibilio il pubblico con la combinazione volante Nico, Rodrigo di testa e tiro secco di Gabriel che finiva nel sacco. Gol da stropicciarsi gli occhi e break taglia gambe per gli ucraini. Non c’èra più storia, i secondi andavano via veloci e il tiro libero di Rodrigo del 6-2 a pochi secondi dal termine è solo la ciliegina sulla torta.

La Domusbet Catania vola in finale, realizza il sogno figlio della progettazione e del lavoro di una società sempre sul pezzo e bramosa di vincere. Oggi sarà finale contro gli extraterrestri del Kristall. Forse imbattibili i russi, ma oggi con questa squadra orgoglio di una città tutto può accadere.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.