fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

La diocesi di Acireale parte civile al processo di Piero Capuana

A porte chiuse e con la diocesi di Acireale costituita a parte civile: si svolgerà così la prima udienza del processo “12 apostoli”. Lo scorso 18 febbraio, insieme al “Santone” Piero Capuana, avevano chiesto il processo immediato anche le altre tre imputate quali Katia Concetta Scarpignato, Fabiola Raciti e Rosaria Giuffrida.

La prima udienza del processo si sarebbe dovuta tenere oggi, ma è stata rinviata al 14 ottobre. A costituirsi parte civile, insieme ad alcune giovani vittime, anche la Diocesi di Acireale.

«Il 13 maggio nel Tribunale di Catania si è aperto il procedimento a carico di persone che hanno fatto parte della cosiddetta “comunità di Lavina”. Distinguendo queste persone dagli altri componenti dell’associazione ACCA e da quanti hanno partecipato alle sue attività sociali e religiose, è noto che esse vi hanno svolto un ruolo chiave. Hanno proposto la “comunità” con le sue attività presso le autorità della Diocesi, presso il popolo cristiano e presso l’intera società come entità e opera di apostolato cattolico. Se le accuse saranno provate, sarà evidente che tali persone hanno arrecato un grave danno ai cattolici e alla Diocesi. Al fine di tutelare il bene della fede dei cattolici, che la Diocesi rappresenta e custodisce, quest’ultima ha chiesto al giudice di costituirsi parte civile nel suddetto processo. La partecipazione attiva farà emergere la verità», si legge in una nota della Diocesi di Acireale.

Le accuse

Sono diverse le persone coinvolte e sottoposte a processo circa i presunti abusi sessuali consumati in una comunità d’ispirazione cattolica. Uno dei tre indagati per favoreggiamento ha chiesto il rito abbreviato. Parliamo di  Salvatore Torrisi ex presidente dell’Associazione cattolica cultura ed ambiente di Aci Bonaccorsi, che comparirà in prima udienza il 28 ottobre. Domenico ‘Mimmo’ Rotella e padre Orazio Caputo, invece, sono coinvolti ancora nell’udienza preliminare per la richiesta di rinvio a giudizio.

E.G.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.