fbpx
CronacheNewsPrimo Piano
Trending

La Dacca, storica azienda siciliana, chiude

Fatturato ridotto del 50 per cento. Cento dipendenti a rischio

Una delle aziende più note e floride della provincia di Catania, la Dacca per decenni ha prodotto piatti, bicchieri e posate di plastica. Ma le campagne “plastic free” e il crollo di alcuni gruppi della grande distribuzione, che hanno lasciato fatture non pagate, ha costretto la proprietà a decidere l’improvvisa sospensione dell’attività.

La Dacca chiude, i numeri

Nel 2018 c’è stato un calo del fatturato del 30 per cento, nel 2019 si arriva al 50 per cento. In bilico il futuro dei cento dipendenti, che oggi hanno trovato la loro azienda chiusa. Impossibile per la propietà affrontare i costi di una riconversione industriale a prodotti biodegradabili. “Il calo della domanda e il crollo di gruppi come quello Abate ci hanno messo in difficoltà”, sostengono dall’azienda.

La Dacca chiude, la storia

Fondata nel ’71, la Dacca ha subito avuto una crescita vertiginosa, complice una rete capillare di vendita.  Negli anni ’80 arriva il boom con l’ingresso nei mercati di Calabria, Sardegna, Lazio e Puglia. Poi gli anni ’90 sanciscono l’ingresso nella grande distribuzione, ma gli anni duemila e i giorni nostri hanno segnato un lento declino.

Tags
Mostra di più

Vincenzo Barbagallo

Docente sulle nuove tecnologie digitali per Mediaset, Rai e TV2000. Esperto certificato Google Ads. Consulente SEO, Social Media Manager, Media Trainer, Video Editor per diverse testate giornalistiche nazionali e locali. Videomaker e fotoreporter per RCS Corriere della Sera / Corriere del Mezzogiorno, RepubblicaTV / AGF. Ho collaborato con France24 e Ruptly come producer.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.