fbpx
CronacheNewsNews in evidenzaSport

La Curva Nord fa muro per salvare il Catania

Con un comunicato ufficiale, tramite la pagina di riferimento del tifo etneo “La domenica allo stadio”  la Curva Nord , cuore pulsante della tifoseria rossazzurra chiama a raccolta i supporters nel momento, forse, più buio della storia del club. Sarebbe facile, oggi più che mai, abbandonare la squadra, abbandonare un club con una proprietà che ha distrutto irreparabilmente una magnifico giocattolo costruito sapientemente e diligentemente nel corso degli anni, ma sarebbe altrettanto difficile se non impossibile per gli innamorati rossazzurri abbandonare quella maglia tanto amata quanto vituperata da chi aveva l’obbligo di onorarla giorno dopo giorno. E’ il momento di stringersi attorno a quei colori, fare muro sull’orlo del baratro e scongiurare un tragico futuro. Sabato contro il Lecce la Curva Nord difenderà il Calcio Catania non con la violenza o l’indifferenza ma con la “Bellezza” dimostrando una volta per tutte al mondo intero, se mai ce ne fosse bisogno, di cosa sono capaci i catanesi che non si arrendono, non chinano il capo, non si girano dall’altra parte.

COMUNICATO UFFICIALE CURVA NORD: 

Abbiamo lottato, abbiamo sofferto, abbiamo più volte gridato la nostro rabbia.
Abbiamo rinunciato ai nostri gradoni, ai nostri colori, alla nostra maglia.
Ora é tempo di reagire diversamente.
Con Pulvirenti ormai spacciato definitamente, é nostro dovere supportare il Catania più di prima.
Se prima combattevamo per togliere il marcio, adesso dobbiamo farci carico di tutto, in uno dei momenti più delicati della nostra gloriosa storia.
É nostro dovere starle accanto. C’eravamo nei momenti più alti, non possiamo abbandonarla adesso. Non dobbiamo.
SIAMO SOLI, ABBRACCIATI ALLA NOSTRA MAGLIA.
Siamo sull’orlo del baratro, davanti ad un futuro più che incerto, probabilmente tragico. Siamo circondati da personaggi inermi se non apertamente ostili.
DIFENDIAMO IL CATANIA CON LA BELLEZZA!
Dobbiamo riempire il Massimino, colorarlo, sventolare le nostre bandiere, agitare le nostre sciarpe, convincere chi ci vuole morti che i catanesi non mollano, non lasciano la loro Città nelle mani di sporchi approfittatori senza scrupoli.
Dobbiamo sbattere in faccia a questi signori, di cosa é capace il catanese.
I catanesi non si arrendono, non chinano il capo, non si girano dall’altra parte.
Dobbiamo cantare il nostro orgoglio, il nostro vanto, la nostra voglia di salvare il Catania.
La palla passa a noi, unici a poter difendere ciò che é stato e ciò che potrà essere. Unici a poter scongiurare il peggio.
IN ALTO I CUORI. CI SI VEDE SUI GRADONI.

 

Foto “La domenica allo stadio”

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button