fbpx
BenessereLifeStyleNews in evidenza

La Curcuma e l’elisir di lunga vita

Curcuma, un nome che evoca paesi lontani, atmosfere, spezie, profumi, viaggi, incontri,  un odore legato alle mie radici e alle ricetta della famiglia materna. La curcuma si ricava dalla Curcuma Longa che è solo una varietà delle 80 specie della pianta erbacea perenne della famiglia delle Zingiberacee a cui appartiene.
La curcuma è originaria dell’Asia sud-orientale, in particolare dell’India e della Malesia dell’ Indonesia, il suo nome deriva dal sanscrito kunkuma attraverso l’arabo kurkum, termine con cui veniva indicato lo zafferano. Infatti, la curcuma è comunemente nota anche come “zafferano delle Indie”; lo stesso Marco Polo ne parlò già nel lontano 1280 come di “una pianta che ha tutte le proprietà del vero zafferano, il suo sapore e il suo colore, senza essere però zafferano”.
In cucina la curcuma viene consumata come spezia, si presenta come polvere color giallo ocra, è ottenuta dall’essiccazione e dalla triturazione dei suoi rizomi. Spesso  viene confusa con il curry, che invece è una miscela di diverse spezie, di cui la curcuma costituisce solo una parte, circa il 20-30%. Sebbene sia largamente impiegata nella cucina dei Paesi asiatici e orientali non serve solo per insaporire le pietanze a tavola; secondo la medicina ayurvedica la curcuma vanta proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, digestive, depurative e viene usata per curare l’artrite, la dissenteria e disturbi epatici. Infatti notevoli sono le proprietà antiossidanti legate alla curcumina, sostanza piccante e amarognola, che si trova all’interno della spezia stessa in grado di inibire i radicali liberi rendendoli innocui. Inoltre sembrerebbe  che tale sostanza possa contrastare lo sviluppo di alcuni tipi di tumore, tra cui la leucemia e il cancro al colon, come dimostra uno studio pubblicato sulla rivista “Cancer Research”. Ma l’utilizzo maggiore della curcuma è legato alle sue proprietà antinfiammatorie, soprattutto per alleviare i dolori articolari.
La curcuma viene impregnata anche in un regime alimentare controllato, da chi segue diete, poiché  alcuni studi hanno evidenziato le diverse potenzialità anche in questo ambito. Le più conosciute e dimostrate sono quelle coleretiche-colagoghe, che favoriscono la produzione della bile e il suo deflusso nell’intestino. Quindi questa spezia può contribuire ad eliminare gli eccessi di colesterolo e facilitare la digestione dei pasti particolarmente abbondanti e ricchi di grassi. Risultando molto utile per chi ha difficoltà digestive e per chi ha problemi di meteorismo e flatulenza.
Addirittura in India, la curcuma è conosciuta anche per la sua azione cicatrizzante e antisettica e viene utilizzata per curare le ferite e le malattie della pelle e per alleviare il bruciore di scottature e punture di insetti.
Per facilitarne l’assorbimento da parte dell’organismo è bene assumere la curcuma insieme al pepe nero o al tè verde. Inoltre se si vuole  trarre il massimo beneficio dalla curcuma l’ideale sarebbe assumerne due cucchiaini ogni giorno, come complemento a fine cottura di molti alimenti, oppure in aggiunta allo yogurt.

Negli ultimi tempi anche in occidente è di gran moda il golden milk, o latte d’oro. Il suo nome si ispira al colore che lo contraddistingue, molto simile al metallo prezioso. E sebbene non sia la bevanda più costosa del mondo, di certo è una delle più preziose in termini nutrizionali perché è una medicina naturale che fa bene all’organismo e risolve, ma sopratutto previene, tanti problemi, disturbi e fastidi.
I suo ingredienti sono il latte, la curcuma e il miele che insieme sono un vero e proprio elisir di lunga vita. La curcuma e il miele, di fatto, sono considerati due antibiotici naturali.

RICETTA: per prima cosa mescolate 1/2 bicchiere di acqua con 1/4 di bicchiere di curcuma e cuocete sul fuoco finchè il composto non diventa denso. Il risultato è la pasta di curcuma che si conserva in frigorifero fino a 40 giorni.
Sciogliete a questo punto mezzo cucchiaino di pasta di curcuma in una tazza di latte vegetale, aggiungete un cucchiaino di olio di mandorle dolci e dolcificate con il miele facendo riscaldare tutto sul fuoco finché la consistenza non diventerà più densa.
Il golden milk è una bevanda miracolosa di cui non potrete fare più a meno, si può bere sia al mattino che alla sera. Non bisogna rispettare un particolare orario, ma affinché questa bevanda diventi un rimedio davvero efficace è importante consumarla con costanza, una volta al giorno, per almeno 40 giorni consecutivi.

Se non fosse ancora convinti ecco i benefici che potreste ricavare con un semplice bicchiere di golden milk:  allevia i problemi respiratori e quindi è un ottimo rimedio in caso di tosse e raffreddore e mal di gola, inoltre aumenta le difese immunitarie ed è quindi particolarmente consigliato nei cambi di stagione.;  fa bene al fegato perché lo depura, migliorando la funzionalità epatica;  fa bene alle articolazioni, lenisce i dolori muscolari ed è particolarmente consigliato agli sportivi; è un anti-infiammatorio naturale e nella medicina ayurvedica è considerato un ottimo sostituto dell’aspirina, così come allevia i dolori mestruali perché è un antispasmodico naturale; riduce il livello di colesterolo nel sangue e quindi previene molte malattie a carico del sistema cardiaco. Ma sopratutto, udite udite: regola l’attività metabolica e favorisce il mantenimento del peso forma!

 

Mostra di più

Giada Condorelli

Un incrocio di razze, culture e religioni, fa di me una curiosa cronica. Padre siculo normanno, da Lui eredito creatività ed amore per l'arte in tutte le sue forme. Madre libica di origine armena, da Lei eredito la forza di volontà ed il valore dell'arricchimento reciproco. Una Laurea in Politica e Relazioni Internazionali, un matrimonio d'amore, un Blog e infiniti sogni. Del multitasking ho fatto una filosofia di vita. Appassionata di moda senza esserne schiava, beauty addicted, amante del healthy food, per necessità, con mise en place chic! Foto e lifestyle sono parte integrante delle mie giornate...Pinterest ed Instagram la mia ossessione. Riesco a trovare la bellezza in ciò che vedo e la positività in ciò che accade. "L'eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai" ( Audrey Hepburn )

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button