fbpx
ArteLifeStyle

La contemporaneità dell’identità siciliana sui silos del porto di Catania

Circa 700 bombolette spray e litri di colori per rendere i silos del porto di Catania opere d’arte.

Da domenica scorsa, infatti, nell’ambito del progetto I ART, 8 artisti di fama internazionale sono a lavoro ai piedi del Vulcano per reinterpretare in chiave contemporanea la tradizione e l’identità siciliana rappresentata attraverso il mito.
Miti e leggende di Sicilia” è appunto il tema, come raccontato dall’artista catanese Vlady Art che riguardo le raffigurazioni afferma “Essere pittorico sì, ma di rottura. Si sta rappresentando qualcosa di pop, surreale, e anche grottesco (per via delle dimensioni)”.
VladyArt e Microbo sono gli unici artisti catanesi, gli altri sono spagnoli e ucraini.
Vlady si è occupato della raffigurazione di “barattoli uno sopra l’altro,con vari contenuti, e questo è l’unico intervento specifico per questo sito, per la superficie cilindrica del silos” e di una “sirena in scatola” per richiamare anche il carattere commerciale del luogo.

Riparati da un ombrellone, al lavoro sotto un sole cocente, per gli artisti è una vera e propria corsa contro il tempo. Ultimi  giorni per ultimare, “consegna” prevista per giorno 1 Luglio. Data a cui seguirà certamente (non si sa ancora quando) una celebrazione come sostiene Angelo Bacchelli, dirigente dell’Assessorato alla cultura al Comune di Catania e “ideatore” di questa opera di rivalutazione in chiave artistica, accolta con entusiasmo in seguito dal curatore Giuseppe Stagnitta.

Dichiara a tal proposito Bacchelli: “Giuseppe Stagnitta desiderava una superficie dove poter esprimere attraverso l’arte visiva l’universo identitario siciliano e gli ho proposto i silos”.
Grazie alla collaborazione, quindi, fra il Comune di Catania, il curatore del progetto, l’Autorità portuale e soprattuto agli artisti gli imponenti silos (lato terra) si stanno rimpiendo, work in progress, delle immagini di un’esplosiva Etna, di un Polifemo moderno (in giacca) e forse, svela Vladi, di un minotauro. Anche quest’ultimo reinterpretato in chiave pop e contemporanea. “In questi giorni- aggiunge l’artista catanese- è stato un via vai di persone. Credo sia stato un lavoro in corso molto fotografato già in corso d’opera”.

E’ probabile che in seguito i lavori proseguiranno per arricchire artisticamente anche il fronte mare e non solo il lato terra.
Altre esprienze analoghe si riscontrano negli anni passati, come raccontato da Vlady Art, ad Ancona (ma su dei silos di dimensioni più piccole) e oltreoceano in Australia e in Canada.

“Gli artisti, conclude, lavorano e vanno avanti per fama”. Chissà, quindi, se anche i silos del porto di Catania, che già stanno riscuotendo particolare attenzione e successo, riusciranno a tenere alta la bandiera della città etnea.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker