fbpx
CronacheEconomiaMultimediaNews

La carovana della legalità a Catania FOTO

Catania è la prima tappa siciliana della “Carovana della legalità” della Cgil .

Il camper partito lo scorso 27 ottobre da Milano, sta attraversando l’intera Penisola con tappe significative. La campagna è intitolata “Legalità: una svolta per tutte”. Alla conferenza stampa parleranno Gianna Fracassi, segretaria Cgil nazionale, Carlo Baldini del Dipartimento Legalità della Cgil nazionale, Mimma Argurio segretaria confederale Cgil Sicilia, il segretario generale della Camera del lavoro, Giacomo Rota e il segretario confederale Pina Palella, responsabile legalità sicurezza per Cgil Catania. Interverranno anche i segretari generali di Fiom Cgil e Filcams Cgil Catania, Stefano Materia e Salvo Leonardi.
“Legalità: una svolta per tutte”.

È il messaggio scelto dalla Cgil per la sua nuova campagna sulla legalità, presentata a settembre dal segretario generale Susanna Camusso e dal segretario confederale Gianna Fracassi. A distanza di due anni dalla passata campagna sui temi della legalità economica, la Cgil ha rilanciato il suo impegno su questo fronte, mettendo in campo due ordini di iniziative. Da un lato una serie di appuntamenti di carattere nazionale incentrati sulle macro-aree di intervento su cui si focalizzano le proposte della confederazione: lotta alla criminalità organizzata, contrasto dell’evasione e regolamentazione del sistema degli appalti. Dall’altro lato l’avvio di un vero e proprio ‘Viaggio della legalità’, che è partito a novembre per attraversare tutta l’Italia. La Cgil ha promosso questa campagna perché “la legalità è un’urgenza, un valore capace di risollevare le sorti di un Paese compromesso, la soluzione nella lotta al malcostume. La legalità è una garanzia che non vuole promesse disattese, l’unica certezza capace di cambiare davvero le cose”. Un’urgenza che si sostanzia nei ‘numeri’: i fenomeni illegali, infatti, diffusi e trasversali in tutto ilPaese, “costituiscono una zavorra per la nostra economia e il nostro futuro. La corruzione costa 60 miliardi di euro l’anno, l’evasione 135 e il fatturato complessivo delle mafie è vicino ai 200 miliardi”. Una ‘torta’ di circa 400 miliardi che immessi nel circuito ‘legale’ “rappresenterebbero il volano di cui il Paese ha bisogno per affrontare e risolvere il binomio crisi e sviluppo”.

 

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker