fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Ipab Cristo Re, il Cga accoglie il ricorso

Il Cga accoglie il ricorso dell’Ipab Cristo Re di Acireale e sblocca una situazione che, ormai da tempo, rischiava di degenerare. Ridotta quasi al fallimento, l’Ipab, a causa dei numerosi blocchi posti dall’assessorato alla Famiglia e dai dirigenti dell’assessorato, che avevano bocciato Bilancio e Piano di Rientro, è stato costretto a mantenere i propri dipendenti senza stipendio per mesi.

Di fatto,  anche il Commissario Straordinario Giampiero Panvini risultava essere con le mani legate dalla burocrazia, davanti ai suoi compiti.

Presenti in conferenza stampa questa mattina, presso la sede ARS di Catania in via Etnea, Laura Morello dell’I.P.A.B Telesino Ardizzone di Palermo, Sebastiano Guerrieri dell’Opera Pia Istituto Rizza Rosso di Chiaramonte Gulfi  a Ragusa, Giovanni Tortorici dell’IPAB san Vincenzo de Paoli di Vizzini, Sebastiano Russo consigliere anziano dell’Ipab Leonardo Marano di Giarre e Rito Greco del Pennisi di Acireale.

Una situazione sbloccatasi grazie all’ordinanza del CGA a seguito del ricorso presentato proprio dal commissario straordinario e che adesso rappresenta un punto di partenza per molte altre Opere Pie della Regione, ma che adesso dovrà incentrarsi sulla  necessità di una proposta di legge per riformare gli Istituti Pubblici di Assistenza e Beneficienza.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker