fbpx
CronachePrimo Piano

#Ioapro non coinvolge solo i ristoratori. Centro abbronzatura protesta aprendo fino al 31 gennaio

Istituita la zona rossa, chiudono i battenti fino al 31 gennaio diversi esercizi commerciali. Tra le categorie che potranno continuare ad offrire servizio ai propri clienti rientrano i parrucchieri e i barbieri. Saracinesca invece per altri servizi dedicati alla cura della persona. Tra questi, dunque, centri estetici e centri abbronzatura.

Daniele Tornitore è il titolare del centro Abbronzarium in via largo Taormina a Catania che sulla scia della protesta portata avanti dai ristoratori- ha deciso di aprire la propria attività fino alla scadenza del lockdown. L’esercizio commerciale, sottolinea il commerciante, non sarà aperta al pubblico.

«Voglio protestare aprendo il mio centro abbronzatura. Non capisco – si sfoga Tornitore-perché io debba stare chiuso quando il mio negozio è in sicurezza e dunque idoneo per continuare a mandare avanti la mia attività. Abbiamo messo all’ingresso, come ci è stato detto, igienizzante, termometro e divisori in plexiglass. Abbiamo cabine singole in un ambiente di 95 mq, ogni cliente può svolgere il proprio trattamento nel proprio spazio, senza aver contatti con nessuno».

Tornitore è deciso ad aprire la propria attività ogni giorno fino al 31 gennaio.

«L’ingresso è consentito -prosegue lo sfogo- ad una persona alla volta, massimo due. Igienizzo, da molto prima dell’emergenza sanitaria, i miei macchinari tra un cliente e l’altro. Grazie a questa mia attività che sostengo da 16 anni, sono riuscito ad aprire un ristorante chiuso da ben tre mesi. Il mio unico sfogo è aprire e protestare fino al giorno 31», conclude il commerciante.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button