fbpx
Cronache

Pogliese e Razza presentano la campagna di screening “Io prenoto sull’autobus”

Prenotare lo screening su un autobus che si posizionerà nei punti d’incontro della città. Il primo luogo sarà il mare, approfittando delle migliaia di presenze di catanesi in spiaggia, grazie a uno sportello di prenotazione itinerante.
Siglato così il progetto di prevenzione sui tumori “Io prenoto sull’autobus”, nato da un protocollo d’intesa, multidisciplinare tra il Comune di Catania, Asp e Amt.

L’iniziativa è gratuita e darà la possibilità, davanti ai lidi balneari, di prenotare mammografie, Pap test ed esami della presenza di sangue occulto nelle feci. Tutte analisi che assicurano un percorso diagnostico terapeutico di qualità e con un’alta percentuale di successo nel caso in cui si intervenga tempestivamente. Il progetto è promosso dalla commissione consiliare Sanità presieduta da Sara Pettinato. Si avvale, tra l’altro della collaborazione di Fimmg, Smi, Cisl medici, associazione di volontariato Artemisia, Kiwanis Catania Nord, che distribuiranno inoltre materiale informativo agli utenti.

Erano presenti all’incontro anche il direttore generale dell’Asp di Catania, Maurizio Lanza, con i direttori amministrativo e sanitario dell’azienda, Giuseppe Di Bella e Antonino Rapisarda, referenti clinici e organizzativi per gli screening, i rappresentanti dei sindacati dei medici di medicina generale Mimmo Grimaldi (Fimmg), Salvatore Trovato (Intesa sindacale), Livia Vicari (Smi) e il presidente dell’Amt Giacomo Bellavia. Il tour di prevenzione sanitaria partirà il 6 agosto dai lidi della Plaia grazie alla partecipazione attiva del Sib (Sindacato Italiano balneari di Confcommercio), rappresentato da Ignazio Ragusa e nelle settimane successive toccherà varie zone, anche periferiche della città.

L’utente troverà all’interno dell’autobus un vero e proprio ufficio mobile dove un addetto prenoterà gli esami scelti e fisserà l’appuntamento.

«Un’importantissima iniziativa – ha detto il sindaco Pogliese – che speriamo possa coinvolgere quante più persone possibile con l’obiettivo di fare prevenzione e controlli che possono salvare la vita, oltre a produrre risparmi e migliorare l’efficienza delle strutture sanitarie, Ringrazio tutti gli attori di questo progetto perché viene incontro al bisogno di salute dei cittadini».

“Un’azione sinergica di varie istituzioni – ha sottolineato l’assessore Razza – anche per tenere Catania tra le città che più hanno a cuore la salute dei cittadini”. Nel corso del suo intervento Razza ha altresì invitato i catanesi alla donazione del sangue che come ogni anno in questa stagione ha un decremento, mentre rimane alto il numero dei pazienti che ne hanno bisogno.

Il direttore dell’Asp etnea Maurizio Lanza ha evidenziato: «Il progetto toccherà con i vari esami diagnostici, un’ampia fascia di età. Dai 50 ai 69 anni per l’esame mammografico, dai 25 ai 64 per il collo dell’utero, dai 50 ai 70 per l’esame, uomini e donne, del colon retto. Non si fermerà con l’estate, perché l’autobus raggiungerà la cittadinanza nei posti più affollati dei vari quartieri cittadini».

Avvicinandosi ai cittadini anche durante le vacanze, l’Asp intende ampliare i risultati del triennio 2017-2019. Parliamo, infatti, dell’adesione di 134mila uomini e donne in tutta la provincia ai tre screening. Il numero verde di riferimento sanitario è 800.894.007.

Il protocollo d’intesa prevede anche screening su larga scala per i dipendenti del pubblico impiego.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.