fbpx
Nera

Investe le vittime della “truffa dello specchietto”

Ha investito le vittime della “truffa dello specchietto” che aveva svolto poco minuti prima. 

I Carabinieri della Stazione di San Giovanni La Punta hanno arrestato il 34enne adranita Alfredo Restivo. L’uomo è accusato dei reati di truffa, danneggiamento e lesioni personali aggravate in concorso.

Le indagini, coordinate dai magistrati della Procura della Repubblica etnea, hanno fatto piena luce sui fatti reato commessi il 27 aprile scorso a San Giovanni la Punta. Quel giorno, il truffatore con l’aiuto di un complice allo stato non identificato, colpì volontariamente lo specchietto retrovisore di una Toyota Yaris. Successivamente simulò di avere subito un danno alla propria autovettura a causa della condotta di guida della conducente del veicolo. Quest’ultima, allora, gli consegnò la somma di 20 euro a titolo risarcitorio.

La vittima, accompagnata nella circostanza dal figlio, dopo essersi allontanata dal luogo del presunto impatto, ha avuto la sensazione di essere stata raggirata. Così riuscendo a rintracciare il truffatore in via Merano, gli chiese la restituzione del denaro. Nel frattempo, il figlio cercò di raggiungere una pattuglia di vigili urbani ai quali raccontare l’accaduto.

Il truffatore, temendo di essere scoperto, alla guida di una Alfa Romeo 147 fuggì velocemente investendo dapprima la parte anteriore della macchina della donna e poi quest’ultima. Nonostante ciò l’uomo proseguì nella fuga colpendo anche il figlio della donna. I malviventi si diedero definitivamente alla fuga.

I medici diagnosticarono alle vittime delle contusioni al gluteo, all’anca e alla coscia sinistra, con prognosi di 10 giorni per la donna.  Il figlio, invece, una frattura composta del piatto tibiale ed altre lesioni con prognosi di 30 giorni. La scrupolosa ricostruzione degli accadimenti, ha consentito agli investigatori di raffigurare un quadro probatorio a carico dell’indagato per la “truffa dello specchietto”.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.