fbpx
Cronache

Insulti e minacce sui social a Pogliese

Il Sindaco di Catania Salvo Pogliese investito da una sequela di insulti, intimidazioni e minacce in un video su Facebook da parte di un cittadino.

L’uomo, nel video incriminato, insulta pesantemente il primo cittadino e lo minaccia dicendo di “prenderlo a calci”, di “svaligiargli la casa” non avendo “paura del carcere”.

La polizia postale si è subito attivata per rintracciare l’autore del video messaggio.

Le minacce via social al sindaco riguardano il pagamento della Tari, arrivato a molti cittadini catanesi, prima dell’emergenza Coronavirus.

Infatti, l’invio dei bollettini effettuato a metà febbraio era ben lungi dall’emergenza epidemiologica Covid-19 che, non rappresentava, ancora, un problema per la nostra società.

Inoltre, nei giorni scorsi lo stesso Pogliese aveva disposto la sospensione della tassa e il prolungamento del termine di scadenza della prima rata a giugno.

Sentito sdegno e piena solidarietà, a Pogliese, mostrano tutti i comparti dell’Istituzione comunale.

Inoltre, intervengono, in merito, anche di Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, rispettivamente presidente e segretario generale di ANCI Sicilia.

Il sostegno di ANCI SICILIA

«Esprimiamo la massima solidarietà al Sindaco di Catania, Salvo Pogliese per le gravissime minacce e intimidazioni ricevute, in queste ore, tramite un messaggio video postato su Facebook.»dichiarano Orlando e Alvano.

«I sindaci sono impegnati a coordinare azioni di assistenza, a vigilare sul rispetto delle misure previste dalla legge e in moltissimi casi sono coinvolti nelle attività in prima persona.»

«In una fase drammatica- sottolineano presidente e segretario di ANCI-come quella attuale, riteniamo che le minacce e la violenza siano da considerare ancora più intollerabili e vadano prontamente perseguite dalle autorità competenti.»

«Come ANCI-concludono Orlando e Alvano- ci siamo mossi perché vengano approvate misure a sostegno dei tanti cittadini che spesso in silenzio soffrono i gravi effetti di questa situazione.»

G.G.

 

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker