fbpx
GiudiziariaNews

Infiltrazioni mafiose sui trasporti, in 11 chiedono l’abbreviato

In undici hanno scelto il rito abbreviato, gli altri (in totale 40 posizioni) l’ordinario. Questa, in estrema sintesi, l’esito dell’udienza davanti al Gip del Tribunale di Catania Francesco D’Arrigo per il procedimento cosiddetto “Caronte”che ipotizza l’infiltrazione mafiosa nel settore del trasporto su gomma. Un’inchiesta scattata nel novembre dello scorso anno e coordinata dalla Dda della Procura di Catania.

Hanno optato per l’abbreviato Rosario Bucolo, Luigi Calascibetta, Alfio Catania, Santo Floridia, Giovanni Malavenda, Cesare Marletta, Carmelo Motta, Giovanni Pastoia, Davide Pappalardo, Camillo Pulvirenti, Natale Raccuia. Udienza il 29 settembre. Il primo ottobre udienza, invece, per l’ordinario: in entrambi i casi parlerà il Pm che oggi era rappresentato da Antonino Fanara ed Agata Santonocito.

Gli altri imputati sono:

Anastasi Marco Antonio Maria, Aiello Alfio, Aiello Vincenzo

Benvenuto Giovanni, Benvenuto Maurizio, Brusca Fabio, Bucolo Andrea,

Cammarata Bernardo, Cannavò Sergio, Caruso Francesco, Di Napoli Stefania, Di Napoli Pietro,

Di Stefano Concetto, Ercolano Cosima Palmira, Ercolano Mario. Ercolano Vincenzo, Greco Giacomo, Guardo Francesco, Guardo Michele, Lo Faro Orazio, Massimino Santo, Patanè Orazio, Scuto Giuseppe, Scuto Salvatore, Strano Francesco, Virga Eleonora, Virga Giuseppe, Virga Pietro, Zuccarello Augusto.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi Anche
Close
Back to top button