fbpx
Cronache

Inferno Gole dell’Alcantara, Musumeci ” Colpito dai tanti turisti stranieri”

Il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, presente allo spettacolo Inferno nelle Gole dell’Alcantara, è rimasto particolarmente colpito dai tanti turisti stranieri presenti

«Mi ha colpito il gran numero di turisti stranieri venuto a vedere questo Inferno nelle Gole dell’Alcantara. L’ennesima conferma della considerazione di cui gode Dante Alighieri anche fuori dai nostri confini e della scelta felice di rappresentare i classici nei luoghi più affascinanti della Sicilia», ha dichiarato il governatore.

Nello Musumeci, domenica scorsa, tenendo a pagare, come è suo costume, il biglietto ha assistito a una replica del fortunato spettacolo. Inferno, soltanto nella scorsa estate, è stato visto da quindicimila spettatori. E anche quest’anno lo spettacolo ha fatto registrare finora numeri di tutto rispetto. Sono previste ancora nove repliche della rappresentazione diretta da Giovanni Anfuso.

Al termine della rappresentazione il governatore Musumeci, che era accompagnato dall’assessore regionale Ruggero Razza, ha voluto incontrare la Compagnia dell’Inferno per complimentarsi.  Il presidente, inoltre, ha  sottolineato la sua soddisfazione per il fatto che a dar vita allo spettacolo sono tutti artisti siciliani, a eccezione della pugliese Liliana Randi, comunque “catanese d’adozione”.

Giovanni Anfuso ha poi illustrato al Presidente della Regione le tematiche dell’Odissea, il nuovo spettacolo che, sempre prodotto da Buongiorno Sicilia e Vision Sicily, debutterà nelle Gole dell’Alcantara il prossimo nove agosto.

«Quest’esperienza – ha sottolineato il presidente Musumeci – è la chiara dimostrazione di come l’intraprendenza e il dinamismo dei privati possano elevare e diversificare l’offerta culturale nella nostra Isola».

Inferno accessibile a tutti grazie al volontariato

Un’idea vincente, insomma, quella di rappresentare nei luoghi naturalisticamente interessanti della Sicilia testi classici con una visione contemporanea. Certo, per alcuni di questi luoghi, Gole comprese, resta il problema dell’accessibilità per i disabili. Ma, grazie al volontariato, anche questo si può superare.

Domenica il presidente Musumeci si è soffermato a discutere, prima della rappresentazione, con Arcangelo Signorello, scrittore catanese di 48 anni tetraplegico. Signorello ha potuto assistere allo spettacolo grazie all’assistenza del Gruppo Grotte del Cai di Catania, diretto da Carmelo Bucolo.

«Amo la mia terra e da tempo avevo chiesto ai miei amici del Cai di poter visitare le Gole dell’Alcantara. Poi seppi di questo spettacolo ed ero incuriosito anche per il suo considerevole riscontro di pubblico. Ma la mancanza di percorsi attrezzati per disabili in carrozzina non mi permetteva di vederlo. Quando ne ho parlato sui social media, però, c’è stata la pronta risposta dei volontari del Cai che domenica scorsa, con una lettiga, mi hanno portato fino al greto del fiume. Ho avuto il piacere di esprimere tutta la mia gratitudine nei confronti del Cai anche alla presenza del presidente della Regione Musumeci, un uomo di grande gentilezza. Poi lo spettacolo, con quelle emozioni così speciali, esaltanti», ha dichiarato lo scrittore.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker