Nera

Infermiere picchiato dal figlio di un paziente, un altro caso di violenza a Milazzo

Un infermiere è stato picchiato selvaggiamente, durante il suo turno notturno all‘ospedale di Milazzo.

Un altro episodio di violenza sanitaria, che si unisce alla numerosa trafila di aggressioni avvenute nel corso di quest’anno.

La violenza sarebbe nata dal nulla.

Il fatto

Attorno alla mezzanotte, i sanitari dell’ospedale hanno avvisato i familiari di un paziente delle gravi condizioni in cui riversava. Il figlio dal paziente, appena arrivato in corsia ha aggredito l’infermiere, che attendeva il medico in una saletta, colpendolo con un pugno dritto all’occhio.

Si pensa che a scatenare l’ira dell’aggressore sia stata la presunta inerzia nell’intervento nei confronti del padre.

L’appello del sindacato

Il sindacato Nursind di Messina, sindacato autonomo delle professioni infermieristiche guidato da Ivan Alonge, ha intenzione di inoltrare una serie di denunce al finire di iniziare una vera e propria lotta contro queste violenze

«Adesso basta – dice Alonge del Nursind – tutto questo è intollerabile. I reparti la notte si trasformano in dei ring, in zone franche dove ognuno si sente giustificato e libero di aggredire un camice bianco anche solo per congetture. Questo è sintomo di impunità, di assenza delle Istituzioni, solo così si può spiegare tanta leggerezza in un’aggressione fisica di questo tipo.

«Ripetiamo che bisogna prevedere la flagranza di reato per queste aggressioni e fare in modo che siano i vertici dell’azienda a denunciare d’ufficio l’aggressore. È ora di intervenire duramente per reprimere questo fenomeno al di là degli annunci della politica» conclude.

EG.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.