fbpx
Cronache

Incendio al presidio No Muos, attivisti: Gesto mafioso

Presunto incendio intimidatorio al Presidio No MUOS, i militari di Strade sicure, incalzati dagli attivisti sul perché non siano intervenuti contro i piromani, dichiarano che non hanno visto niente.

“Erano quasi le sette quando una macchina bianca in transito — del tutto simile a quelle in uso agli appartenenti alla US Navy, la marina degli Stati Uniti — ha lanciato un innesco incendiario contro il tendone del presidio No Muos dove in questi giorni è in via di allestimento il campeggio che si terrà fino al cinque agosto.

Denunciamo il comportamento mafioso degli autori del gesto e l’atteggiamento omertoso, che sfiora la complicità, di talune istituzioni italiane.
Facciamo appello a tutte e a tutti per una forte mobilitazione accanto al Movimento No MUOS.
Invitiamo a partecipare alle attività di vigilanza militante al presidio e a intervenire numerosi al Campeggio No MUOS.
E, soprattutto, prendiamo parte alla manifestazione del 4 agosto alle 15 che partirà dal presidio per giungere sino al cancello 1 della base MUOS NRTF in uso esclusivo alla marina militare degli Stati Uniti d’America.”

È inaccettabile che fatti del genere succedano impunemente nella contrada Ulmo di Niscemi: la zona più militarizzata della Sicilia e una fra le più militarizzate del mondo.”, è quanto si legge in un comunicato del movimento.

EF.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button