NeraPrimo Piano

Incassavano denaro dei ticket all’ospedale di Acireale: arrestati due dipendenti Asp

Avrebbero incassato oltre 500 mila euro di somme elargite da utenti: il denaro, però, era destinato alle prestazioni sanitarie. 

Artefici di questo “stratagemma” sarebbero due dipendenti dell’Asp di Catania Camillo Nicotra 58 anni e Alfio Principato, di 57, i quali sono stati arrestati dalla Polizia di Stato con l’accusa di peculato in concorso tra loro. Nei loro confronti il Gip ha disposto anche il sequestro preventivo di conti correnti, somme di denaro e beni immobili o mobili fino alla concorrenza dell’importo dovuto.

I danni all’Asp di Catania

La colpevolezza dei due dipendenti è il risultato di una complessa rete di indagini iniziate nell’aprile 2018: ad avviare le investigazioni un esposto presentato dalla Direzione dell’Asp alla Procura Distrettuale.

I dipendenti, infatti, lavorando come addetti alla riscossione dei ticket presso l’Ospedale di Acireale, in cinque anni, avrebbero intascato personalmente le somme di denaro. Sarebbero nati proprio così i danni economici per Azienda Sanitaria Provinciale di Catania.

Per nascondere le tracce della loro truffa, i due si sarebbero appropriati di una parte del ticket pagato dagli utenti, “giustificando” le cifre prese come rimborsi fittizi in favore di altri utenti.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.