fbpx
NewsPolitica

Pd: illegittima l’elezione di Vullo per l’avvocatura comunale. Il testo integrale

Catania – Nuova “puntata” della “guerra” nel partito democratico: la sfiducia al capogruppo Giovanni d’Avola e l’elezione di Nino Vullo è stata contestata subito dal vertice del Pd catanese. Per il segretario Enzo Napoli la votazione sarebbe stata illegittima. Adesso, arriva il parere dell’avvocatura comunale.

“Pare impossibile sostenere la legittimità di un procedimento amministrativo diretto alla sostituzione di un capogruppo già eletto con la regola della maggioranza semplice”: con questa frase l’avvocato Marco Petino esprime il suo parere.

Ecco tutto il testo.

PARERE AVVOCATURA PD

Mostra di più

Marco Benanti

45 anni, ex operaio scaricatore alla base di Sigonella, licenziato in quanto “sgradito” al governo americano per “pensieri non regolari”, ex presunto “biondino” dell’agenzia Ansa, ex giocatore di pallanuoto, ex 87 chili. Soggetto sgradevole, anarchico, ne parlano male in tanti, a cominciare da chi lo ha messo al mondo: un segno che la sua strada è giusta. Ha, fra l’altro, messo la sua firma come direttore di tante testate, spesso solo per contestare una legge fascista di uno Stato postfascista che impone di fatto un censore ad un giornale (e in molti hanno, invece, pensato che lo ha fatto per “mettersi in mostra”). E’ da sempre pubblicista, mai riconosciuta alcuna pratica per professionista, nemmeno quelle vere. Pensa di morire presto, ma di lui – ne è certo- non fregherà niente a nessuno. Nemmeno a lui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button