fbpx
EditorialeMultimediaNewsPolitica

Il RE(nzi) scappa dalla porta di servizio

Via dall’uscita secondaria del Palazzo di Città di Catania. Quella Catania che sulla carta ha un sindaco del Partito Democratico, eletto però con i voti di molti “voltagabbana“. Renzi scappa via per non farsi contestare da meno di un centinaio di persone. Renzi che arriva in Sicilia con una visita a “sorpresa” dopo non aver mantenuto la promessa sui fondi alla Nazario Sauro, scappa via. Ma prima passerella alla 3Sun e alla Condorelli. Torroncini fotovoltaci, questa sarà l’innovazione promessa a Bianco probabilmente.

Studenti che hanno contestato la visita e la politica di Renzi. A Catania per dirla tutta quasi nessuno era “renziano” fino all’anno scorso. Poi la conversione di tutti i big, di tutti i riciclati e di gente che vive di politica da decenni. Quelli da rottamare insomma, per dirla alla Renzi. Quelli da rottamare invece lo hanno accompagnato in questo mini tour catanese che non ha visto più la solita passerella nelle scuole con bambini ammaestrati a cantare canzoncine coniate apposta per il leader.

Il RE(nzi) scappa via dall’uscita di servizio. E’ questa l’ultima immagine che però fotografa il livello di popolarità e la propulsione mediatica di chi ha scalato il suo partito dicendo di cambiare e non cambiando nulla, di chi doveva essere l’alternativa e oggi governa con chi ha governato per decenni.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker