fbpx
CronacheNews

Il Natale visto dagli occhi di un fiumefreddese nostalgico

Questo in foto sullo sfondo è l’albero di Natale che addobba la piazza centrale di Fiumefreddo di Sicilia, ormai in condizioni disastrose da anni. Sia chiaro nessun riferimento o nessuna colpevolizzazione specifica, solo fatti: i fiumefreddesi non possiedono più la loro piazza “de putieddi” e chissà ancora per quanto tempo. In compenso il piazzale della Chiesa Maria Santissima Immacolata ha il suo presepe e l’edificio ecclesiastico ospiterà anche dei concerti natalizi.

Non stiamo a parlare delle lamentele “facebookiane” in cui la pochezza delle luci che adornano via Umberto e via Principe di Piemonte, arterie principali del paese, fa il paio con le proteste per i troppi soldi spesi qualche anno fa per lo sfarzo di avere un albero di Natale bianco alto parecchi metri. Quelle ci sono state, ci sono e sempre ci saranno.

Piuttosto con stile ed eleganza la carovana della festa si sposta al Casale Papandrea dedicandosi ai più piccoli (almeno) attraverso la visione di film in puro stile natalizio e giocate a tombola organizzate dalla miriade di associazioni ludiche presenti sul territorio fiumefreddese. Inoltre si segnala la presenza di mini mercatini in via Di Vittorio nei weekend dicembrini.

Come sono lontani i tempi in cui la Confcommercio si occupava di alcune decorazioni delle strade e dei negozi, le “Babbe” Natale e gli zampognari giravano per le vie principali distribuendo caramelle ai bambini, le casse piazzate in alto sui pali dell’illuminazione diffondevano canzoni in puro stile natalizio o la Confesercenti organizzava lo “StraNatale” con un mini-presepe vivente.

Tutto finito. Siamo nell’epoca della recessione, giusto? In compenso tutto questo è stato sostituito da alcuni mendicanti che, vestiti di rosso e fisarmonica al seguito, girano le attività commerciali in cerca di qualche spicciolo.

Sarà un Natale povero, nel rispetto della tradizione cristiana che voleva la nascita di Gesù Bambino in una mangiatoia insieme a Giuseppe, Maria, il bue e l’asinello.

Voluto o no poco importa…Buon Natale, Fiumefreddo di Sicilia!

Alessandro Famà

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.