fbpx
LifeStyle

Il Natale di Popumarket è a Largo Paisiello

Tutto pronto per il Natale firmato Pop Up Market Sicily. Perché sotto l’albero c’è chi diventa più buono e chi diventa più audace. Pop Up Market Sicily lancia una nuova sfida, “conquistare” la terrazza di Largo Paisiello con il supporto dei comitati Via Etnea Catania (CCN) e FacciAmo CenTro. Un luogo che nasce dalle ceneri della belle epoque catanese, il salotto della città dove oggi, in quel luogo dove l’alta borghesia della città godeva del cinema Pacini e dell’arena Gangi, la fontana monumentale realizzata nel 1956 dallo scultore astrattista catanese Dino Caruso ne sovrasta la vista.

Un luogo magico con un labirinto ottagonale. Quasi un percorso ad ostacoli, che rende questo luogo ancor più affascinante. Saranno i graffiti, saranno i ragazzi che hanno mosso i primi passi sullo skate, sarà il nome in gergo “Squibb”, che richiama l’antica fabbrica di prodotti da barba, o il monastero di San Domenico, il “Grattacelo” e il Giardino Bellini. Sarà questo, forse, lo specchio di Catania, l’antico e il moderno, l’arte e la bellezza che ha voglia di sbocciare. Proprio qui nasce la sfida, voler trasformare questo luogo in un nuovo luogo, una “piazza” di aggregazione, rigenerarlo partendo dalla storia, che lo ha segnato in questi anni. Mantenendo la sua natura “street” ma fruibile a tutti.

Ed è il caso della founder Sarah Spampinato e del suo team, che lanciano l’ennesima sfida metropolitana attraverso il loro bazar a cielo aperto, che stavolta prenderà vita al Largo Paisello, ai più conosciuto come “ lo Squibb”. Un vortice di colori mescolati in murales che creano ordine e caos, disordine e armonia, scomposti nel calice cosmopolita di una città che sembra essersi dimenticata di questo luogo magico, lo “Squibb”, si veste di luci natalizie e del marchio PopUp, ospitando nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 Dicembre, handmade, vintage, arte, musica e design. Il market pop-olare di Catania, riscopre dunque un altro dei tesori nascosti della città dell’elefante, e lo fa in maniera temeraria, sfidando le convenzioni e le comodità natalizie, in nome di quell’amore sognante che lo lega a questa terra vulcanica.

Dal vintage all’arte contemporanea, dalle sfiziosità ricamate a mano, all’ispirazione underground, una fucina di idee per grandi e piccini, che anche stavolta non mancherà di stupire. L’evento, che avrà inizio sabato dalle ore 17.00 alle ore 00.30, e domenica dalle ore 10.30 alle ore 23.30, si comporrà, come di consueto di tanti tasselli, gli stessi tasselli che lo rendono unico nel suo genere. A partire dalla musica, con i vari dj set dal vivo, e i concerti live, la #popartarea dedicata all’arte che vedrà la opere di Valeria Ardizzone in “PopArt – Less is more”, Nancy Palmeri con “winged christmas tree” e Mario Valentino Romano con “Per le strade di Catania”. Particolare rilievo all’area dedicata ai bambini, con l’ormai richiestissimo PopUp “Baby” Market della domenica mattina, in cui anche i più piccoli potranno esporre i loro “lavoretti” in una zona a loro dedicata, e i laboratori da disegno “Street kids”. Immancabile l’area food, perché se il cibo riscalda l’anima, al Pop Up Market Sicily ha sempre un posto di rilievo! E sempre in linea con la mobilità sostenibile e la riscoperta del centro storico, domenica 11 dicembre, all’interno di Pop Up Market Sicily, l’associazione Guide Turistiche Catania organizzerà una passeggiata insolita tra i bastioni lungo le mura della città. Alla scoperta della cinta muraria cinquecentesca e della Catania delle fortificazioni pre-terremoto del 1693, con due turni, alle 10.30 e alle 16.00. La passeggiata partirà da Largo Paisiello e durerà circa 2 ore, con prenotazione obbligatoria, al costo di soli € 2,50 a persona, comprensivo di radioguida.

A quanto pare, il cuore di Catania pulsa, e non smette mai, inondato di graffiti o sotto un chiostro elegante, questa è la magia. Leitmotiv di Pop Up Market Sicily, è la continua ricerca di rilanciare e garantire una rigenerazione urbana, condivisa con la mobilità sostenibile: vivere il centro storico, riscoprire i segreti che sotto gli occhi di tutti si trasformano in tesori imperdibili, riappropriarsi della propria identità e delle bellezze cittadine, attraverso un evento con la città e per la città.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker