fbpx
CronacheNews

Il Muos 3 è già in orbita


Il MUOS 3 è stato lanciato con successo. La partenza è avvenuta alle 20:04 locali da Cape Canaveral, 2:04 di mattina per noi, e l’Atlas V 551 , un razzo alto 32 metri e largo circa 4, ha portato in orbita il satellite geostazionario, il terzo su cinque che comporranno la costellazione MUOS. Screenshot-2015-01-21-01_04_09-360x196

Il primo è entrato in orbita nel Febbraio 2012, a cui ha fatto seguito il secondo nel Luglio 2013. Dopo le complicanze avute per un componente difettoso  nel sistema comunicazioni, il Muos 3 ha visto slittare il proprio volo da metà 2014 ad oggi. Il lancio del quarto è fissato fra 7 mesi, ad Agosto, mentre l’ultimo è atteso per Luglio 2016, salvo imprevisti.

Qui pubblichiamo parte del comunicato stampa diffuso dal Coordinamento Regionale dei Comitati No Muos.

“Ancora una volta, con il lancio del satellite, assistiamo a un ulteriore atto di disprezzo da parte degli Usa per i cittadini siciliani e per le istituzioni italiane. In attesa della sentenza del Tar, che potrebbe ribaltare la situazione giudicando illegittime le autorizzazioni e l’opera stessa, gli Stati Uniti continuano nei loro progetti di morte incuranti delle decisioni dei tribunali italiani, della volontà dei cittadini e del parere degli esperti. ”

“[…]Nel silenzio delle istituzioni, della politica, dei legalisti a fasi alterne, i comitati No MUOS continuano a denunciare l’asservimento dello stato italiano e delle sue emanazioni nel territorio ai progetti di guerra degli Usa. [..] Perché la “legalità” è un’arma che vale solo per i più forti.”

Tags
Mostra di più

Alberto S. Incarbone

21 appena compiuti ed una vita da studente davanti, di fronte a me vedo sempre nuove vie d'uscita. Gioco a fare il giornalista da quasi due anni, collaborando con TRA tv e Il Mercatino, anche se qualche volta mi diletto a fare il cameriere. Amo viaggiare a piedi per la Sicilia, ma soprattutto parlare, parlare con i vecchi. Radio, televisione, carta stampata e web non mi bastano: sogno una terra vergine da esplorare, in cui comunicare col pensiero. Nel frattempo mi trovate in giro ad intervistare qualcuno, sperando di fare domande intelligenti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker