fbpx
Sport

Il gruppo Villar pronto a rilevare il Calcio Catania

A quattro giorni dall’esordio in campionato a Matera emergono novità sul futuro societario del Calcio Catania. Se da un lato, l’ottimo lavoro svolto da Pitino-Bonanno-Milazzo ha permesso alla società di via Magenta di presentarsi dignitosamente ai nastri di partenza del campionato di Lega Pro, dall’altro l’auspicio dell’intera piazza etnea è quello di una repulisti totale a Torre del Grifo a partire dalla proprietà del club. Tralasciando l’interesse di presunte cordate estive sciolte come neve al sole, l’unico gruppo che si è mostrato realmente interessato a chiudere la trattativa è quello che fa capo all’imprenditore argentino Carlos Ruben Villar d’Alvear , al vertice della holding Skybridge Capital Investment Finance & Logistic Limited. Già quest’estate un rappresentante del gruppo imprenditoriale latino-americano, Federico Balzano, assistette alla partita di Coppa Italia tra Catania e Cesena. Da allora, la trattativa pare non si sia mai interrotta, a confermarlo è stato lo stesso advisor del gruppo che quest’oggi ha parlato con il noto giornalista di Telecolor Alessandro Vagliasindi: “Abbiamo fornito tutta la documentazione richiesta allo studio Abramo incaricato dalla società, attendiamo un segnale per sederci e trattare. Auspichiamo un nuovo incontro per entrare nel merito dell’affare”.

Dalle parole di Balzano emerge un Villar entusiasta della prospettiva di acquistare dopo vari tentativi un club calcistico italiano e l’intenzione di investire, al di fuori del mondo del calcio, nella parte orientale della Sicilia.

Carlos Villar d’Alvear argentino, 67enne di origini uruguaiane, vive in Uruguay. La holding che presiede con sede a Cordoba(Spagna) è attiva nel ramo Logistica Container,Trading internazionale e nel Turismo di lusso e carburanti con la STAR PETROLEUM GLOBAL CORPORATION LIMITED con sede ad Harrow in Inghilterra.

Condivide con il figlio la passione per il calcio che lo ha portato in passato ad essere vicino all’acquisto di Atalanta e Bologna. Novità attese nelle prossime settimane.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button