fbpx
Amore e SessoEventiLifeStyle

Il Festival del Porno a Catania per “Pornificare” la popolazione

Evento a luci rosse a Catania, quello del Festival del Porno

“Vieni? CataniaPornFest19 è il titolo della prima edizione del Festival del Porno tenutosi nei giorni scorsi a Catania, nei locali del Teatro Coppola.

Un evento che per i laici si direbbe “a luci rosse” quello del Festival del Porno che lascia molto su cui riflettere. La kermesse, iniziata mercoledì 22 maggio con la vernissage collettiva fotografica “viadelporno”, si è conclusa domenica sera, 26 maggio.

Molteplici le iniziative della pornosagra fra le quali, per l’appunto, vernissagge, aperitivi, presentazioni editoriali e seminari. Ma anche proiezioni porno vintage, installazioni audio-visive e retrospettiva cinematografica.

Grande importanza hanno dato al festival il concorso di cortometraggi porno aperto a professionisti, dilettanti e amatori. Ma anche la special guest, nonché madrina dell’evento, la pornodiva Valentina Nappi e le performance delle ultime due serate.

Insomma, un programma ricco e impegnativo quello del CataniaPornFest che ha visto la sala del Teatro Coppola di Catania, il teatro dei Cittadini, gremita di amatori del genere.

Il Festival non ha avuto solo lo scopo di promuovere il porno, bensì di divulgarlo, in chiave anche ironica, nella sua versione più formativa possibile.

Per queste ragioni, la pornostar Valentina Nappi, ogni pomeriggio ha aperto le tre giornate con una serie di introduzioni e tutorial che hanno toccato temi diversi, dall’autoerotismo anale nell’uomo, allo squirt.

Questi momenti venivano poi succeduti da alcuni spazi dedicati al dibattito sulle proiezioni e quanto esplicitato dalla Nappi in cui la stessa attrice ha delucidato i più curiosi anche su dettagli privati.

Intrigante il seminario “Intro” a cura del professore Alessandro De Filippo tenutosi domenica pomeriggio. Il seminario, nato da uno studio svolto tra il 1995 e il 1997 da canecapovolto, è un approfondimento sul rapporto tra cinema porno, spettatore, sguardo e desiderio.

Ammalianti anche i corti proiettati nella penultima serata a cura di Werther Germondari e Maria Laura Spagnoli, che incredibilmente esilaranti hanno incuriosito e affascinato tutti.

Interessanti, intensi e contorti i cortometraggi in gara nel concorso ‘VIENI FUORI!’. Sono stati proiettati l’ultima sera del Festival che si è difatti chiusa con la premiazione del miglior cortometraggio porno più votato sia dai giudici che dal pubblico.

A votare in giuria Werther Germondari, Maria Laura Spagnoli, collettivo Rosario Gallardo, Marianne Chargois, Matthieu Hocquemiller, collettivo Cinepila e collettivo Ground’s Oranges.
Vincitore del concorso il corto “Our Alphabet” di Coco Schwarz & Alina Mann; menzione speciale per “De-railed” di Quinn Cassidy & Creamy Coconut.

Grande successo hanno riscosso in particolare le performace della giornata di sabato della sex worker, dominatrice, performer e attivista per i diritti dei sex worker Marianne Chargois.

Roba da lasciare ipnotizzati e al contempo immersi nella performance stessa che ha catturato l’attenzione di tutto il pubblico. Una semplicità talmente complessa quella utilizzata da Marianne che ha lasciato spazio solo ad un massiccio plauso del pubblico.

Insomma tutto molto eccitante e accattivante se non fosse per la pessima scelta dell’organizzazione di far esibire le ‘Fetish Dolls’, peraltro in serata di chiusura dell’evento, con una performance sciatta e anonima.

Deludente e poco innovativa la prestazione dell’ultima sera ad opera delle ‘Fetish Dolls’, ha lasciato in bocca l’amaro dell’incompleto. Protagoniste Valentina Adrenalina Cole nel ruolo di dominatrice, Aisha Kandisha alias Simona nelle vesti di sottomessa e Voodoo Doll alias Vale Villari nel ruolo di maggiordomo. Un esibizione piatta che, senza stimolare fantasia alcuna, non ha dato spazio all’immaginazione e non ha conferito alcun sapere ai presenti.

Un plauso va comunque agli organizzatori che hanno saputo far fronte a tutte le necessità dei fruitori. All’interno del teatro vi erano difatti bancarelle in cui poter acquistare i gadget dell’evento e vivande varie.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker